Home Territorio Futuro incerto per gli uffici dei Giudici di Pace del Matese

Futuro incerto per gli uffici dei Giudici di Pace del Matese

603
0

 

A rischio chiusura le sedi di Piedimonte Matese e di Capriati al Volturno che ospitano gli uffici giudiziari del Giudice di Pace. E’  una conseguenza della manovra finanziaria varata dal governo Monti che prevede, tra le varie cose, l’accorpamento alla sede centrale del Tribunale (quello di Santa Maria Capua Vetere in questo caso) degli uffici distaccati. Un problema, che causerebbe forti disagi all’utenza del comprensorio, contro cui hanno deciso di far fronte comune sindaci e avvocati del territorio matesino, riunitisi la settimana scorsa assieme a Elio Sticco e Luigi Cimino, rispettivamente presidente dell’Ordine degli avvocati di Santa Maria e presidente dell’Associazione degli avvocati di Piedimonte. L’incontro è servito ad individuare soluzioni che possano scongiurare il rischio chiusura degli uffici, e difatti è già pronta una delibera, che ognuno dei 23 comuni del comprensorio dovrà votare (ha già cominciato la Giunta di Piedimonte) per chiedere al Consiglio di Ministri il mantenimento delle sedi del Giudice di Pace a Piedimonte e Capriati, con l’impegno a farsi carico in maniera condivisa dei costi di funzionamento dei servizi. Non è da escludere anche un eventuale colloquio al Ministero di Grazia e Giustizia, utile a discutere e valutare la situazione che rischia di privare il territorio di un servizio importante.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.