Home Territorio Progetto "Connessioni legali", ci sono i fondi

Progetto "Connessioni legali", ci sono i fondi

501
0

A Piedimonte Matese la biblioteca diventa baricentro per la cultura della legalità, mentre la città si dota di un sistema di videosorveglianza

 

La biblioteca comunale come laboratorio di legalità. E’ il progetto che nel comune di Piedimonte Matese ha ricevuto il finanziamento (70mila euro) che la Regione aveva indirizzato l’anno scorso alla realizzazione di progetti sulla sicurezza urbana integrata, e per i quali l’amministrazione comunale si era candidata proponendo il  “Laboratorio connessioni legali” che ora trova un terreno finanziario adeguato – costituito anche da fondi comunali per 45mila euro –  per mettere radici. L’idea è quella di fare della struttura comunale un baricentro per la cultura della legalità, un osservatorio e centro di documentazione per la raccolta di materiale ed esperienze accumulate da istituzioni locali, scuole e associazioni. Alcuni di questi soggetti sono già confluiti in sinergia nel partenariato che promuove il progetto. Sono, oltre allo stesso Comune, Legambiente, Caserta Film Commission,  Gal Alto Casertano, la Cooperativa Effatà e tre istituti scolastici. Per svolgere il nuovo compito la biblioteca sarà arricchita da una nuova dotazione tecnologica, inclusa una linea per le connessioni wireless.
Al fianco dell’aspetto educativo c’è anche un altro pilastro del progetto, che poggia invece più direttamente sulla materia della sicurezza stradale. Per un controllo maggiore delle aree più sensibili della città è prevista l’installazione di strutture adibite alla videosorveglianza, a integrazione dell’attività della Polizia Municipale che sarà adeguatamente formata per l’uso dei nuovi strumenti. La predisposizione delle videocamere è il primo punto sul quale si interverrà per dare concretezza al progetto.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.