Home Territorio Nessun finanziamento agli oratori di Piedimonte

Nessun finanziamento agli oratori di Piedimonte

662
0

Errori nelle trascrizioni dei punteggi spostano le strutture matesine nella lista delle non finanziabili

Dietrofront della Regione Campania sui fondi che aveva assegnato agli oratori di Piedimonte Matese qualche giorno fa, nell’ambito dell’avviso pubblico sul “riconoscimento, sostegno e valorizzazione delle attività oratoriali”. Sul sito dell’Ente è stata comunicata la revoca del decreto dirigenziale n.61 del 22 febbraio 2012, pubblicato sul Burc del 5 marzo, che decretava l’approvazione della graduatoria in cui gli oratori di San Filippo e S. Maria Maggiore risultavano beneficiari di circa 19mila euro ciascuno.

Una bella notizia che purtroppo ha goduto di breve durata. Facendo riferimento a “numerosi errori materiali di trascrizione dei punteggi attribuiti delle graduatorie“, la Regione ha spostato gli oratori in questione nella lista di quelli ammessi a contributo ma non finanziabili per mancanza di risorse. Con il decreto n.103 del 7  marzo 2012 il dirigente del Settore Assistenza Sociale ha approvato la nuova graduatoria che esclude, oltre alle strutture di Piedimonte, anche quelle di S. Potito Sannitico, che pure era stata valutata meritoria dei fondi. Tra i comuni dell’alto casertano restano tra i beneficiari le parrocchie dei comuni di Castel di Sasso (complesso parrocchiale S. Maria Assunta in Cielo), Pontelatone (M. Santissima del Carmine), Vairano Patenora (S. Bartolomeo Apostolo), Pietramelara (S. Rocco).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.