Home Chiesa e Diocesi Alvignano e Dragoni festeggiano S.Ferdinando

Alvignano e Dragoni festeggiano S.Ferdinando

279
0

Mille anni di fede e storia

Prima dell’alba, Giove e Venere sull’orizzonte, nel punto esatto in cui sorgerà il sole. Mentre il cammino prende il ritmo attraverso la campagna che sa di erba e fieno.
27 giugno 2012, come un anno fa e come molti anni ancora… L’intera comunità di Alvignano ritorna in uno dei luoghi più forti della propria tradizione religiosa: la chiesa di Santa Maria di Cubulteria. E così anche la comunità di Dragoni. Si tratta del luogo in cui furono rinvenute le ossa di San Ferdinando d’Aragona, vescovo di Caiazzo.


Secondo la tradizione, il Santo, di famiglia regale, lasciata la corte d’Aragona – forse in viaggio verso la Terra Santa – stabilisce sui monti Tifatini la sua dimora temporanea fino a collocarsi stabilmente tra Caiazzo e Alvignano ed essere Vescovo di quella Chiesa per volontà del popolo. Conoscitore ed esperto nell’utilizzo delle erbe curative, ebbe a cuore la salute della sua gente, offrendosi quale “medico” di anime e di corpi.
Morì a causa di una febbre proprio al confine tra Dragoni e Alvignano il 27 giugno dell’anno 1082.
In ricordo di quella data ancora oggi i fedeli ritornano al luogo che poi si scoprì essere della sua sepoltura. E vi ritornano all’alba, come un tempo era per i contadini che recandosi al lavoro nei campi, lasciavano le loro dimore prima che facesse giorno.
Stamattina Alvignano e Dragoni si sono ritrovate per la celebrazione aucaristica con i parroci, Don Davide Ortega, Don Leo Iwanowcz e Don Emilio Meola.
“Una comunità senza storia smarrisce la propria identità – le parole di don Davide durante l’omelia – essa pertanto non va perduta ma di essa si attingono le più profonde verità: la fede e l’umiltà che il Santo Vescovo Ferdinando ha saputo trasmettere al suo popolo”.
Dopo la celebrazione, la comunità di Dragoni ha fatto ritorno in processione verso la chiesa dell’Annunziata, mentre stasera alle 21.00 per gli alvignanesi ripartirà la processione che da Santa Maria di Cubulteria  riconduce in paese (presso la parrocchia di San Sebastiano) il busto di San Ferdinando. La messa prevista al termine della processione (21.45 circa) sarà presieduta dal Vicario generale della Diocesi, Mons.Alfonso Caso.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.