Home Arte e Cultura Un nuovo mercato in Alto Casertano

Un nuovo mercato in Alto Casertano

602
0

La spesa che conviene alle tasche, alla salute e al futuro del territorio

Nuove realtà imprenditoriali si fanno largo tra i giovani del territorio. Sono i nuovi agricoltori, non per forza figli di agricoltori, età media 30 anni, che hanno deciso di recuperare la tradizione agricola un tempo fiore all’occhiello dell’Alto Casertano e fonte di ricchezza per famiglie e comuni.

L’idea nasce dalla volontà di far ripartire la produzione e il mercato agricolo  locale  puntando sul “recupero” di colture fiorenti, come quella dei fagioli e delle cipolle. Da un’idea iniziale è nato il progetto Mercato Terra Terra per volontà dell‘ortoteca San Cassiano e della Comunità del cibo “I cannavinari del sannio-alifano” e il supporto della condotta Slow Food Matese: un vero e proprio mercato ortofrutticolo che si allestisce la seconda e la quarta domenica di ogni mese presso l’azienda San Cassiano (a San Potito Sannitico).
“Solo prodotti naturali” – spiegano i giovani imprenditori agricoli organizzatori- “che non hanno nulla nulla da invidiare per qualità e sapore alla frutta proveniente dai mercati della provincia”. I banchi di questo nuovo mercato ospitano frutta e ortaggi di stagione ma soprattutto cipolle e fagioli, “ortaggi che mezzo secolo fa facevano la ricchezza delle nostre terre e le cui proprietà sono garantite dalla naturalezza della loro crescita, in una terra fertile “.
Una passeggiata in campagna è così premiata dall’acquisto di prodotti genuini, a chilometro zero, e dalla consapevolezza di aver contributo a dare una marcia in più al commercio locale.

Prossimi appuntamento con il  Mercato terra terra: 8 e 22 luglio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.