Home Attualità L’addio al vescovo Pietro Farina. “Noi sappiamo che sei risorto e sei...

L’addio al vescovo Pietro Farina. “Noi sappiamo che sei risorto e sei felice”

1645
0

I funerali nel Duomo di Caserta. La folla commossa riunita in chiesa e all’esterno per il saluto al caro Vescovo Pietro. Presenti tutti Pastori della Campania

vescovo Pietro Farina Funeralidi Grazia Biasi | In tanti per l’ultimo saluto a Mons. Pietro Farina. Il Duomo di Caserta ha accolto i fedeli, autorità civili e militari, il Clero e i Diaconi della Diocesi, i Vescovi di tutta la Campania, gli amici e i sacerdoti di Alife-Caiazzo, la sua prima Diocesi.  A presiedere l’Eucarestia  S. Em. il Cardinale Crescenzio Sepe, amico di Mons. Pietro fin dalla gioventù.
Intorno ai familiari si è stretta una grande comunità, che dell’amico vescovo ricorda il sorriso, la disponibilità, la determinazione, l’audacia, il coraggio di iniziative sempre nuove. Un episcopato segnato dalla sua vicinanza al mondo laicale, dalla fiducia e dalla stima data alle persone che con lui si sono distinte nell’edificazione di una Chiesa viva e in cammino.
Prima del rito funebre abbiamo incontrato Domenico Fiorinelli, Presidente dell’Azione Cattolica della Diocesi di Caserta, uno dei suoi più stretti collaboratori nella pastorale diocesana: “Abbiamo avuto la fortuna e il dono di conoscere in Mons. Farina una persona appassionata ai laici e alla vita tra la gente e che ha creduto profondamente nel concetto di Chiesa viva tra la gente. Un Vescovo concreto, sempre con degli obiettivi chiari che ha dato forte impulso all’AC diocesana ma anche al progetto che ha messo in piedi le aggregazioni laicali del territorio: un effetto Chiese nella Chiesa, tutte in cammino nella stessa direzione. In questo momento – ha concluso Fiorinelli – preghiamo per la sua anima ma anche per il futuro della nostra Diocesi”.
Le parole del Cardinale Sepe hanno ripercorso la vita e la formazione teologica e spirituale di Pietro Farina, ricordando di lui la fede, salda e sincera, la devozione mariana, il continuo anelito di conoscenza e sapere, la passione per il mondo della comunicazione sociale.
vescovo pietro farinaNel clima di raccoglimento e di affetto, prima che il Cardinale benedicesse la bara del defunto Vescovo, le parole di Mons. Raffaele Nogaro, vescovo emerito della Diocesi, hanno rivelato il dolore e la passione della Chiesa di Caserta negli ultimi mesi della vita terrena di Mons. Pietro Farina. Con gli occhi rivolto al feretro, senza mai distogliervi lo sguardo, parlando al più giovane fratello così si è espresso commosso il Padre Vescovo: “Pregavo perché ero convinto che Dio ci facesse grazia, invece adesso con grande disagio entriamo nel Getsemani per dire “Si Padre, sia fatta la tua volontà”. Ci edifica il fatto, fratello Pietro, che tu in mezzo a noi sei stato il vero discepolo di Cristo. Gesù ti aveva dato tutti e cinque i talenti: la fede, la speranza, la carità, l’intelligenza, la volontà e tu li hai fatti fruttificare al massimo con buona fedeltà assoluta al tuo sacerdozio e alla Chiesa. E ora Gesù ti dice “Vieni servo buono e fedele” nel regno che Dio ha preparato per te”. Facendo memoria dei mesi appena trascorsi, Mons. Nogaro ricorda: “Negli ultimi mesi soprattutto, è stata devastante la malattia e quindi l’esperienza del fratello Pietro al punto che io ho pensato soprattutto in quest’ultimo mese, che lui guardandomi quando lo incontravo, mi dicesse “Cupio dissolvi et esse cum Cristo”: ho bisogno ormai di staccarmi, di sciogliermi dai lacci di questa terra per essere con Lui. E lo diceva sempre con quel sorriso che distingueva la sua persona, che rendeva cara la sua persona, che ha saputo mantenere fino all’ultimo istante. Ha salutato tutti noi col sorriso. il motto del suo episcopato è “Et Resurrexit”: Pietro, noi sappiamo che tu sei risorto e sei felice”.
L’applauso spontaneo dell’assemblea riunita è stata la risposta alle parole del Padre Vescovo, che hanno interpretato i sentimenti comuni a molti. Un accenno di emozione sul viso del Cardinale celebrante che non ha trattenuto, seppur accennato, lo stesso gesto di ovazione.
Al termine della celebrazione, la bara è rimasta in chiesa perché altri potessero rendere l’ultimo saluto a Mons. Pietro Farina. Nei prossimi giorni le spoglie mortali del Vescovo saranno tumulate nella cripta della Cattedrale, così come lui aveva chiesto che avvenisse.
Intanto, con data del 26 settembre, la Nunziatura Apostolica in Italia ha comunicato il nome di Mons. Angelo Spinillo, vescovo di Aversa, quale Amministratore apostolico di Caserta.

Pietro Farina_Di Cerbo_funeraleLa Diocesi di Alife-Caiazzo celebrerà una messa in suffragio martedì 1 ottobre alle ore 19.00 presso la Cattedrale di Alife.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.