Home Territorio Piedimonte Matese. Il bar dell’Ospedale civile nel mirino del clan Belforte

Piedimonte Matese. Il bar dell’Ospedale civile nel mirino del clan Belforte

1670
0

Nella mattinata odierna i Carabinieri di Caserta hanno proceduto all’arresto di alcuni individui che gestivano punti di ristoro in diversi ospedali casertani per conto della camorra

La Redazione – Tre persone sono finite in manette con l’accusa di estorsione aggravata dal metodo mafioso al fine di agevolare il clan dei Belforte di Marcianise, secondo la sentenza del G.I.P. presso il Tribunale di Napoli, alla quale i Carabinieri della Direzione Distrettuale Antimafia di Caserta hanno dato esecuzione questa mattina.
ospedale-civile-piedimonte-matese-2Si tratta di persone che gestivano alcuni locali di ristorazione all’interno delle strutture ospedaliere di Marcianise, Maddaloni e Piedimonte Matese, senza possedere né titolo né autorizzazione all’esercizio dell’attività.
Da documenti acquisiti, intercettazioni e dati emersi dagli interrogatori è emerso che la gestione arbitraria dei locali in questione è in atto da diverso tempo, in seguito all’affidamento a soggetti privati individuati dal CRAL. In merito a questa faccenda non si sono avuti riscontri sul contratto di locazione tra ASL e CRAL.
Grazie anche al mancato controllo da parte dei vertici aziendali, per gli esponenti del clan Belforte è stato ancora più facile estorcere tangenti cospicue, come nel caso del Presidio ospedaliero di Marcianise, dove il gestore del bar veniva costretto a pagare una tangente mensile da diversi anni, arrivando a chiedergli 100.000 euro per l’acquisto del locale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.