Home Territorio Piedimonte Matese. Cresce il numero dei volontari AVO presso l’Ospedale Civile. Un...

Piedimonte Matese. Cresce il numero dei volontari AVO presso l’Ospedale Civile. Un sorriso per ogni ammalato

1300
1

È da poco iniziato il nuovo corso di formazione per volontari. Medici e psicologi a spiegare come affiancare il malato e i familiari presenti presso la struttura sanitaria del Matese

avo piedimonte matese formazione in ospedale
Volontarie Avo durante la formazione

di Anna Rita Zulla | “Le persone sono un segno. Lasciano un segno. Non bastano le parole. Ci vogliono le persone. Tu sei una persona. Tu sei un segno”. Mi piace iniziare così, con questa incitazione di don Mauro Leonardi, a parlare ancora una volta di un’associazione di volontariato che, con gioia, ogni qualvolta ci si trova in ospedale ma non solo, si ha modo di vedere crescere, risultando sempre più presente e ben organizzata.
Si tratta dell’Avo, associazione di volontariato ospedaliero che opera presso l’ospedale civile Ave Gratia Plena da ben 25 anni , regalando ai pazienti sempre affetto e attenzioni.
Come ogni anno, anche stavolta, l’AVO ha aperto le porte ai nuovi volontari, proponendo per quanti si sentano animati a fare del bene in questo senso, un approfondito e interessante corso di formazione, al fine di aiutarli nella preparazione e nello stato d’animo, prima di toccare da vicino, e quindi accanto ai letti e a tu per tu con le persone, la realtà della malattia.
Certo un campo non semplice, fortemente delicato, sensibile, altamente complesso e carico di emozioni; una sfera umana che è bene avvicinare sempre col silenzio iniziale e solo col sorriso sulle labbra, con uno sguardo aperto alla comprensione, mai alla rassegnazione, al contrario alla gioia e alla voglia di ricominciare e di rialzarsi, ogni volta, con forza e con vigore per riprendere in umano una vita segnata dal dolore.avo piedimonte matese
Sono tante ormai le volontarie che ogni giorno, piene di entusiasmo, girano tra i reparti dell’ospedale di Piedimonte, avvicinando senza invadere i cuori di anziani, mamme e giovani, spesso familiari che, stanchi e amareggiati, trovano in loro un motivo per guardare oltre il momento della malattia e divagare con le parole ritornando a sorridere. Un gesto enorme, di conforto e di speranza che l’AVO propone senza stancarsi, ancora, ogni anno.
La risposta ai nuovi corsi di formazione è sempre più massiccia. In tanti chiedono di entrare a far parte del gruppo.
A tal proposito, come detto, già tre sono le lezioni svolte nella sede dell’associazione sita in ospedale accanto al Pronto soccorso; le nuove aspiranti volontarie sono quasi tutte donne, giovani, madri e lavoratrici che, fortemente spinte dalla voglia di donare, stanno prendendo parte agli incontri. Otto appuntamenti di due ore ciasucno, con relatori qualificati: psicologi, medici, volontari AVO hanno la responsabilità i vari aspetti dell’attività di volontariato.
Presidente dell’associazione Lucia Fiorillo, alla quale durante il corso si può far riferimento per qualsiasi problematica o altro, connessa al servizio. Rimangono comunque aperte, ovviamente al dialogo, così come a qualsiasi richiesta di informazione o di aiuto, le volontarie tutte che operano presso l’ospedale ogni giorno nella fascia degli orari legata al pranzo e alla cena.
Tutte sono riconoscibili perché munite di tesserino con foto e nome e di un camice, bianco col colletto verde e con la sigla AVO. Ma a distinguerle, oltre a questi segni detti, sarà un viso comprensivo e sorridente, carico di accoglienza e teso a porgere una mano al prossimo.
Che dire, a loro l’augurio e la preghiera, affinchè mai perdano la voglia di dare e di offrire, gratuitamente e solo per amore, il loro cuore e il loro aiuto, il loro affetto e la loro gioia di vivere perché, come diceva Padre Pio, “A nulla servono le tue medicine se al letto del malato non porti un sorriso e una carezza”.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.