Home Territorio Piedimonte Matese. Parcheggi, strisce blu, polemiche e un’amministrazione contestata

Piedimonte Matese. Parcheggi, strisce blu, polemiche e un’amministrazione contestata

631
0

Polemica in città per le strisce blu. Ieri sera l’assemblea dei commercianti ha deciso di costituirsi in Comitato

piedimonte matese parcheggi strisce blu
Piazza Roma. Ore 17.00

La Redazione – Non si arresta a Piedimonte Matese la polemica scoppiata in seguito ai grandi cambiamenti sulla gestione in città delle strisce blu con l’aumento degli spazi a pagamento nel centro cittadino attraverso l’uso dei parchimetri per la sosta a pagamento.
Se l’Amministrazione guidata da Vincenzo Cappello si considera soddisfatta per aver messo in atto un progetto in cantiere da un po’, sono molte le voci dissenzienti che in queste ultime settimane si sono imposte in merito. All’esasperazione di residenti, commercianti e lavoratori, che lamentano l’aumento notevole delle zone di parcheggio a pagamento, si affianca la polemica dei Consiglieri comunali di minoranza, i quali oltre a mettere in discussione la legittimità, la scelta e il numero di strisce blu, obiettano la mancata osservanza del Codice della Strada da parte degli amministratori, non essendo state predisposte aree di parcheggio gratuite nelle vicinanze.
Oggetti di critica, come si legge dai manifesti che tappezzano parecchie zone del capoluogo matesino, anche la scelta di affidare la gestione del servizio alla ditta Traffic City, la mancanza di posti auto “rosa”, un numero scarso di parcheggi per disabili.
Tuttavia a risentire maggiormente del cambiamento indotto dalle strisce blu sono residenti, commercianti e artigiani del posto, preoccupati degli effetti che si potrebbero ripercuotere sul commercio cittadino, al quale non mancano periodi di difficile andamento. Gli operatori del commercio si sono riuniti in assemblea ieri sera per discutere il pesante problema cittadino decidendo di costituire un comitato  in modo da affrontare più sistematicamente la vicenda.
I piedimontesi auspicano un concreto dietrofront da parte dell’Amministrazione Cappello, che in questo momento appare isolata e senza alcun consenso circa la messa in opera del progetto “parcheggi”. E a dimostrare la contrarietà e la difficoltà dei residenti non sono solo i pareri negativi raccolti per strada o tramite la rete, ma i fatti che attestano la quasi totale assenza di auto nelle strisce blu in orari che fino a pochi giorni fa risultavano essere i più affollati. E così alla più silente polemica nei confronti del parcheggio interrato di Piazza De Benedictis (atteso ma non ancora aperto) si affianca quello dei costi delle aree pubbliche nella quasi totalità del territorio comunale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.