Home Scuola Alife perde la presidenza. Troppi alunni trasferiti in scuole del circondario

Alife perde la presidenza. Troppi alunni trasferiti in scuole del circondario

1023
1

La Redazione – I numeri non consentono più all’Istituto comprensivo di Alife di essere una scuola autonoma: il dimensionamento scolastico ha ufficialmente toccato anche la città, la seconda più popolosa del territorio matesino dopo Piedimonte Matese.
L’Ufficio scolastico regionale ha comunicato i nomi dei dirigenti “perdenti posto” a causa degli accorpamenti delle scuole rette fino ad ora, verso altri istituti.
Ne avevamo abbondantemente parlato soprattutto quando il sindaco di Sant’Angelo d’Alife, Vittorio Folco, aveva manifestato la disponibilità a trasferire gli alunni delle sue scuole, da Piedimonte ad Alife per far crescere di numero quest’ultima. Nulla di fatto.
O meglio, il sindaco Folco è arrivato con qualche tempo di ritardo rispetto all’organizzazione interna e logistica delle scuole rispetto al prossimo anno scolastico.
Troppi alunni negli anni si sono trasferiti nella vicina Piedimonte provocando lentamente la diminuzione delle presenze e la conseguente perdita dell’autonomia scolastica. Troppe le difficoltà segnalate dai genitori: dalle infiltrazioni di acqua nelle aule; assenza di trasporto da un plesso all’altro in occasione di manifestazioni di circolo; servizio mensa discutibile. Cause che hanno determinato una crescente disaffezione nei confronti della scuola cittadina, hanno impoverito inconsapevolmente il tessuto sociale e interrotto i legami tra i piccoli alifani e la loro terra.
Un futuro da ricostruire con maggiore fatica, ma necessariamente da rifare.
DDSS-PERDENTI-POSTO-16_17_

1 COMMENTO

  1. Qualcuno sivuol chiedere il perche’ una scuola che era la migliore della zona… Attirava alunni da tutto il circondario… Con questa dirigente ha oerso circa 200 alunni? Dal tempo prolungato… Dalle aule multimediali… Al corso di ballo cubano… Alla vitale hanno fatto una sezione di alunni alifani…. Le amministrazioni passate che hanno fatto? Niente non una protesta al provveditorato… Al ministero perché una con qualche problema relazionale stava distruggendo una scuola tra le migliori della zona… Attila

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.