Home Territorio Alto Casertano. Sindaci a confronto convocati dal Gal. Ecco i temi e...

Alto Casertano. Sindaci a confronto convocati dal Gal. Ecco i temi e i progetti

594
0

Presso la biblioteca comunale di Piedimonte Matese la prima fase dei lavori di collaborazione tra Enti per proseguire sulla linea di sviluppo del territorio (il primo appuntamento è sabato 18 giugno)

La Redazione – Partecipazione e condivisione: queste le parole chiave su cui si innesta la nuova programmazione del Gal AltoCasertano, esattamente in continuità con i risultati concretizzati negli ultimi anni che hanno fatto del Consorzio locale un fondamentale punto di riferimento per la realizzazione dei programmi europei destinati al mondo rurale, filtrati dalla Regione Campania.
Si torna a programmare, almeno fino al 2020 guardando alle esigenze dei territori, ai bisogni della popolazione, ma soprattutto alle competenze e ai progetti che si presenteranno in sede “d’esame”: il nostro Gal partecipa al bando di selezione in scadenza a fine agosto e lo fa mettendo in campo l’esperienza acquisita e la rete di collaborazioni già collaudate con gli Enti locali.
In questi giorni sono partiti i confronti, i tavoli di consultazione, gli studi che permetteranno una più concreta pianificazione del lavoro futuro: siamo alla fase zero, quella di un nuovo ascolto del territorio, ossia la volontà di compiere un passo avanti, tutti insieme.

MATESE_LAGO-MATESE_PECORE
La promozione delle eccellenze agroalimentari locali, la rete tra le aziende, le opportunità di finanziamento alle imprese, i progetti di restauro del patrimonio artistico locale, le occasioni di socializzazione culturale sono tra le “imprese” compiute dal Gal negli ultimi anni. È possibile replicare; è possibile fare ancora di più.

In che modo?
Enti locali e Comuni sono stati chiamati a fornire il loro contributo di idee, progetti, fattibilità attraverso l’elaborazione di una scheda. Le informazioni raccolte daranno preziose indicazioni nella definizione dei tre ambiti tematici (sugli 11 definiti dalla Regione Campania) su cui verrà strutturata la Strategia del nuovo piano di Sviluppo per l’Alto Casertano:

AT n.1 – sviluppo e innovazione delle filiere e dei sistemi  produttivi  locali  (agro- alimentari, artigianali e manifatturieri, produzioni ittiche);
AT n.2 – sviluppo della filiera dell’energia rinnovabile (produzione e risparmio energia);
AT n.3 – turismo sostenibile;
AT n.4 – cura e tutela del paesaggio, dell’uso del suolo e della biodiversità (animale e vegetale);
AT n.5 – valorizzazione e gestione delle risorse ambientali e naturali;
AT n.6 – valorizzazione di beni culturali e patrimonio artistico legato al territorio;
AT n.7 – accesso ai servizi pubblici essenziali;
AT n.8 – inclusione sociale di specifici gruppi svantaggiati e/o marginali;
AT n.9 – legalità e promozione sociale nelle aree ad alta esclusione sociale;
AT n.10 – riqualificazione urbana con la creazione di servizi e spazi inclusivi per la comunità;
AT n.11 – reti e comunità intelligenti.

Il confronto auspicato permetterà l’individuazione delle Misure del Piano di Sviluppo Rurale attivabili dal Gal:
M01 – Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione;
M03 – Regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari;
M04 – Investimenti in immobilizzazioni materiali;
M05 – Ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato da calamità naturali e da eventi catastrofici e introduzione di adeguate misure di prevenzione;
M06 – Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese;
M07 – Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali;
M08 – Investimenti nello sviluppo delle aree forestali e nel miglioramento della redditività delle foreste;
M09 – Costituzione di associazioni e organizzazioni di produttori;
M14 – Benessere degli animali.

Un lavoro di rigoroso confronto quello dei prossimi mesi che richiede un’attenta lettura e conoscenza del territorio, ma soprattutto l’amore per esso e il rispetto della sua natura, delle ricchezze, delle potenzialità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.