Home Territorio La Provincia di Caserta non ha risorse per le scuole. Buone notizie...

La Provincia di Caserta non ha risorse per le scuole. Buone notizie intanto per gli Istituti dell’Alto Casertano

1169
0

Il Presidente Di Costanto chiede aiuto al Governo e conta sul sostegno dei Dirigenti scolastici. A Piedimonte Matese, Alife e Caiazzo si concretizzano i progetti di messa in sicurezza degli edifici. La parola al consigliere Stefano Giaquinto

La Redazione | Tempo di crisi economica per la Provincia di Caserta, e a pagarne le conseguenze sono gli studenti: la scure di una crisi interminabile sembra abbattersi ancora una volta sul mondo della formazione e della cultura, perché la scuola non è solo sapere, ma possibilità di praticarlo. E mentre si scopre che l’Ente non può sostenere nuove spese sulla sicurezza degli edifici, ci viene data conferma che i lavori già appaltati in Alto Casertano proseguiranno e saranno ultimati.
La settimana scorsa, la Provincia di Caserta ha ospitato un tavolo di confronto interistituzionale con i Dirigenti degli Istituti di istruzione secondaria superiore. A presiedere l’incontro il  Presidente della Provincia Angelo Di Costanzo, il Consigliere provinciale con delega all’edilizia scolastica ed alla viabilitàgiaquinto Stefano Giaquinto (nella foto), il dirigente del settore edilizia scolastica ing. Paolo Madonna e il Direttore Generale dr.ssa Rosaria Rossi. Numerosi i dirigenti scolastici o loro delegati intervenuti per avere chiarezza sulle nuove possibilità della Provincia circa il necessario adeguamento strutturale degli edifici di proprietà dell’Ente.
Oggettiva impossibilità ad esercitare, in concreto, all‘adeguamento dei 98 edifici scolastici: la Provincia non dispone di fondi economici, per tanto il divieto di assumere impegni di spesa ex novo diventa categorico. Il Presidente Di Costanzo, con un documento ufficiale – invitando a firmare anche i Dirigenti scolastici – ha fatto richiesta di un del Governo per permettere all’Ente provinciale  di garantire lo svolgimento delle funzioni fondamentali in materia di edilizia scolastica e viabilità e consentire l’inizio regolare delle attività didattiche per il prossimo anno scolastico.
Ai Dirigenti sta a cuore la sicurezza di studenti, professori e collaboratori degli Istituti: troppo spesso le attività di adeguamento si avviano e si concludono in tempi rapidissimi rispetto a lavori che richiederebbero maggiori accertamenti, verifiche e soprattutto collaudi.

Buone notizie per le scuole superiori dell’Alto Casertano, per le quali il Consigliere Giaquinto aveva garantito massimo sforzo, e trattadosi di fondi già nelle disponibilità della Provincia, questi istituti saranno interessati da lavori necessari e urgenti: è lui stesso a confermare l’iter conclusivo dei lavori in corso  presso l‘Istituto industriale G. Caso (Piedimonte Matese), così come la realizzazione di quelli appaltati al Liceo Statale G. Galilei (Piedimonte Matese), all’Alberghiero V. Cappello (Piedimonte Matese) e al Professionale M. Bosco (Alife).
industriale piedimonte matese - giaquinto“Non si tratta di interventi esaustivi, ma rappresentano di sicuro un risultato utile per la popolazione scolastica del Matese; ci daranno respiro e ci consentiranno di affrontare con serenità i passaggi successivi necessari all’ottenimento – sperato – di più significative somme. Stiamo lavorando anche per ottenere i finanziamenti necessari per l’Istituto agrario; i riscontri positivi delle ultime settimane ci fanno ben sperare, e speriamo perciò di concretizzare al più presto questo fondamentale passo avanti”.
A Caiazzo intanto sono già partiti i lavori per la costruzione del nuovo edificio scolastico superiore destinato ad ospitare il Liceo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.