Home Chiesa e Diocesi Papa Francesco. Anche la voce di Alife-Caiazzo al Sinodo dei Giovani in...

Papa Francesco. Anche la voce di Alife-Caiazzo al Sinodo dei Giovani in programma a ottobre 2018

In vista del Sinodo dei Giovani, in calendario per ottobre 2018, Papa Francesco si rivolge a tutte le comunità diocesane, esortandole a contribuire nella realizzazione dell'evento

1958
0

S’infittisce sempre più l’agenda di Papa Francesco, il quale non manca di sollecitare tutte le comunità diocesane a operare nell’ottica di una maggiore vicinanza ai giovani.
La Diocesi di Alife-Caiazzo, insieme a tutte le Diocesi del mondo, darà il suo contributo concreto per la realizzazione del Sinodo dei Giovani in programma per ottobre 2018, così come richiesto dal Pontefice. Agli Episcopati, alle parrocchie, alle associazioni e ai movimenti, Francesco suggerisce un investimento maggiore sui giovani, riconoscendo il valore delle sensibilità diverse e della fede che essi possono testimoniare, per la costruzione di un futuro di speranza e gioia.

I giovani sono “telecamere messe sui droni, come una realtà esterna che li guardi dall’alto e da lontano”: queste le parole che sintetizzano la riflessione di Francesco all’indomani della Giornata Mondiale della Gioventù svoltasi a Cracovia la scorsa estate.

La Gmg ha rappresentato, tuttavia, soltanto la premessa di un “cammino” pastorale che, passando attraverso il Sinodo della Famiglia, confluirà in quello dedicato si giovani, appuntamento fissato dal Pontefice per ottobre 2018.

I giovani, la fede e il discernimento vocazionale. Ho voluto che foste voi al centro dell’attenzione perché vi porto nel cuore”, è il messaggio che il Santo Padre rivolge ai giovani, in concomitanza con la presentazione del Documento Preparatorio avvenuta lo scorso gennaio, “che affido anche a voi come bussola lungo questo cammino”.
“Un mondo migliore si costruisce anche grazie a voi, alla vostra voglia di cambiamento e alla vostra generosità. Non abbiate paura di ascoltare lo Spirito che vi suggerisce scelte audaci, non indugiate quando la coscienza vi chiede di rischiare per seguire il Maestro”.

A breve, Mons. Valentino Di Cerbo, vescovo di Alife-Caiazzo avvierà i lavori di verifica e consultazione per consentire alla più ampia riflessione di contenere anche l’esperienza del mondo giovanile locale, avanzando anche le richieste e le attese che vengono dai giovani su cui intende lavorare Papa Francesco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.