Home Chiesa e Diocesi Mani d’artista alla Caritas diocesana. Concluso il laboratorio per creazioni artigianali

Mani d’artista alla Caritas diocesana. Concluso il laboratorio per creazioni artigianali

Perfezionare stili, impiegare nuove tecniche, potenziare le proprie capacità riciclando e creando artigianato: ecco come reinventarsi un lavoro

559
0
CONDIVIDI

Da poco meno di un anno il laboratorio Mano Amica, nato da un progetto della Caritas diocesana di Alife-Caiazzo, è in piena attività. Nato come punto vendita di prodotti equi e solidali, oggi fa di questa “politica” il suo punto di forza, attivando laboratori di artigianato in cui educare persone alla creazione di oggetti e al riciclo di altri, consentendo a chi è senza lavoro e ha intenzione di imparare un nuovo mestiere, di immettersi lentamente in questa forma di commercio.

È stato proprio questo il motivo che ha spinto la Caritas ad organizzare un corso di formazione, presso la mensa Panis Caritatis, grazie alla partecipazione di due formatori, uno proveniente dalla Calabria e l’altro in Erasmus da Cipro, con lo scopo di insegnare nuove tecniche artigianali. Queste modalità di lavoro sono basate su processi come il riciclo, il decupage e l’anticatura, dai quali si può davvero ricavare con poco, qualcosa di inaspettatamente unico.

Le persone che hanno partecipato a queste giornate di formazione potranno a loro volta insegnare agli altri e dare vita ad una rete di  contatti e relazioni in cui si fa inseme e insieme si perfezionano nuove tecniche artistiche: la buona qualità del prodotto da vendere è la risposta ad un impegno che i nuovi artigiani si danno a migliorare e offrire il meglio di sé.

La Caritas ridona la speranza, ma è anche in grado di ridare un ruolo a chi cerca voce, a chi ha tanto da donare ma poche strade da percorrere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

l'informativa sulla privacy


Place your text here