Home Territorio Il Rotary Club Alto Casertano partecipa al Progetto di Tutela dell’Ambiente

Il Rotary Club Alto Casertano partecipa al Progetto di Tutela dell’Ambiente

L'Associazione rotariana aderisce al Progetto promosso da Ian Riseley, Governatore Internazionale del Rotary, di sensibilizzazione alla tutela dell'ambiente, attraverso la messa a dimora dei primi lecci

2666
0

Il Rotary Club Alto Casertano Piedimonte Matese aderisce all’iniziativa promossa da Ian Riseley, Governatore Internazionale del Rotary, a favore della tutela dell’ambiente, esposta dal Presidente, il dott. Guglielmo Venditti. Come segno della partecipazione al Progetto, i rappresentanti del Rotary altocasertano hanno deciso di piantumare un albero per ogni membro. Il gesto compiuto dagli esponenti rotariani è successivo al protocollo d’intesa stipulato nei mesi scorsi con il Comune di Piedimonte Matese, nella persona del Sindaco dott. Luigi Di Lorenzo, la Comunità Montana del Matese rappresentata dal Presidente Avv. Domenico Scuncio e l’Ente Parco Regionale del Matese dott. Umberto de Nicola.

Ad arricchire la mattinata di ieri sono stati gli alunni di alcune classi della Scuola Media “G. Vitale”, i quali hanno seguito le autorità e i rappresentanti del Rotary in direzione della Scuola Elementare “G. G. D’Amore”. Il momento è stato suggellato dalla messa a dimora dei primi Lecci, specie autoctona, e la collocazione della ruota rotariana. L’impegno assunto dall’Associazione rotariana vuole essere da stimolo, per le istituzioni e per la popolazione, alla riqualificazione delle aree verdi della città, un impegno che chiama in causa prima di tutti gli studenti. Sono i più giovani a dover maturare una “coscienza civica”, educati in questo dalla Scuola, che ha il compito di avvicinarli alla natura con rispetto.

Il presidente Venditti, a nome dell’intero Rotary Club, assicura “noi come Club ci saremo sempre”, in difesa di quella “simbiosi” dell’uomo “con la natura e più in generale con l’ambiente che lo circonda”, ringraziando tutti coloro che hanno voluto essere testimoni del Progetto.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.