Home Arte e Cultura Piedimonte Matese. Negli Studi Ciardiello nasce un San Francesco gigante

Piedimonte Matese. Negli Studi Ciardiello nasce un San Francesco gigante

La scultura, richiesta da una committenza pugliese, è solo l’ultima di una serie di opere con cui il team di artisti matesini si va segnalando nel campo dell’Arte sacra nazionale: tra le ultime realizzazioni anche la Cappella della Guardia di Finanza a L’Aquila

1497
0
La statua di S. Francesco di Paola in lavorazione

Per quanto i tempi e la sofferenza economica vissuta a livello sociale sembrano non lasciare margini di ripresa al nostro territorio, gli Studi d’Arte Ciardiello di Piedimonte Matese vanno affermandosi sempre di più come solido riferimento in termini di ricerca e qualità per l’Arte sacra nazionale ed internazionale, dato suffragato specialmente dai meravigliosi lavori che il team ha realizzato negli ultimi mesi.

La statua di San Francesco di Paola, a lavoro concluso

Un San Francesco “gigante”. L’opera su cui il team si sta affaccendando di più da circa una settimana è una scultura rappresentante S.Francesco di Paola. L’immagine, con gli occhi elevati verso il cielo e l’abito mosso in un vorticoso panneggio, richiama immediatamente alla mente l’iconografia classica che contraddistingue il grande Santo calabrese, particolarmente venerato in Italia meridionale ed invocato in modo particolare dalla gente di mare. La scultura, richiesta da una committenza pugliese a partire da un bozzetto in miniatura, è stata concepita in formato gigante (2,40 m) ed interamente realizzata in poliuretano, un moderno materiale elastico particolarmente durevole e leggero.

Momento d’oro. Il San Francesco gigante è solo l’ultima tra le opere realizzate fin qui, nell’ambito di un periodo particolarmente felice e laborioso, vissuto dal team di artisti piedimontesi: infatti, in questo periodo, gli Studi d’Arte Ciardiello hanno partecipato al rinnovamento della Cappella della Guardia di Finanza di Coppito (AQ); si tratta di una realizzazione molto particolare, dove le nuove opere marmoree si incontrano e si sposano perfettamente con le preesistenti partizioni lignee e murarie. L’insieme, interamente curato dal team matesino, è stata dedicato nel corso di una Celebrazione presieduta da Mons. Santo Marcianò, Arcivescovo ordinario militare per l’Italia, lo scorso 24 gennaio. Ma non è tutto: all’inizio del mese scorso si è concretizzata la partecipazione a Via Pulchritudinis, la rassegna che ha radunato presso la Fiera di Roma i più importanti esponenti dell’Arte sacra e del Turismo religioso in Italia; con uno stand interamente giocato su alcune tra le più elaborate e rappresentative opere marmoree fin qui realizzate, il team Ciardiello ha predisposto una postazione, attraverso la quale i visitatori hanno avuto la possibilità di assistere alla progettazione e modellazione di una scultura virtuale. Tra questi c’è stato Mons. Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione: anche lui ha potuto ammirare ed apprezzare questo incontro tra classicità e nuove frontiere del sacro, che vede nell’Arte di casa nostra un connubio pressochè perfetto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here