Home Territorio Castello del Matese. “Così promuoviamo le eccellenze scolastiche”

Castello del Matese. “Così promuoviamo le eccellenze scolastiche”

L'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Antonio Montone, istituisce una borsa di studio per gli studenti meritevoli, dando così cadenza annuale all'iniziativa promossa un anno fa dalla parrocchia

2227
0

Diventa concreto, per la comunità di Castello del Matese, un progetto nato da un’iniziativa della parrocchia, guidata da don Antonio Rinaldi, che fu annunciata lo scorso anno in occasione del 50° anniversario di sacerdozio del parroco. Si tratta di una borsa di studio, destinata agli studenti di Scuola Secondaria di Secondo Grado particolarmente meritevoli, che l’amministrazione comunale di Castello, rappresentata dal sindaco Antonio Montone, ha deciso di istituire annualmente.

Il premio consta di 500 euro e potrà essere assegnato sotto forma di contributo economico o in card da utilizzare per l’acquisto di strumenti di crescita culturale come libri, viaggi didattici, biglietti per assistere a mostre d’arte, concerti musicali, cinema o teatro. La somma può essere incrementata da contributi volontari da parte di associazioni, parrocchia e privati. Per poter usufruire della borsa di studio, oltre a riportare una media scolastica eccellente, è necessario avere la residenza in Castello del Matese e presentare la domanda opportunamente sottoscritta. Nel caso in cui la somma dovesse superare il previsto, saranno gli studenti immediatamente al di sotto della suddetta graduatoria a beneficiarne.

L’iniziativa, cui l’amministrazione Montone ha deciso di promuovere in modo continuativo, risponde all’esigenza di far crescere la “politica culturale” del paesino altomatesino, valorizzando i talenti e stimolando i giovani a seguire un modello di vita sano, da opporre a quelle dipendenze pericolose che molto spesso, purtroppo, catturano l’attenzione dei più giovani. Un riconoscimento speciale sarà destinato, inoltre, a chi scelga come argomento della propria tesi di laurea uno o più aspetti del territorio, oltre ad altri incentivi che gli amministratori hanno riservato alla lettura per i bambini e a diverse attività in programma, tra cui festival, biblioteca della montagna, bookcrossing, ecc.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.