Home Chiesa e Diocesi Azione Cattolica, ad Alife per la Festa degli Incontri

Azione Cattolica, ad Alife per la Festa degli Incontri

547
0
CONDIVIDI

Cinzia Brandi* – Domenica 13 maggio, giornata dedicata a tutte le mamme, la nostra Diocesi ha vissuto un evento davvero speciale: la Festa degli Incontri che l’Azione Cattolica dedica ai Ragazzi.

Speciale per la location scelta: la Parrocchia Santa Maria Assunta di Alife, guidata da alcuni mesi dal nostro Vescovo Valentino;

Speciale per i partecipanti: i ragazzi sono stati coinvolti in maniera “diversa” dal solito con attività separate per i bambini delle elementari e delle medie per i quali è stata organizzata una Caccia al Tesoro cittadina, organizzata dai giovani AC di Alife;

Speciale per le attività: seguendo l’invito di papa Francesco di “fissare l’attenzione sui momenti decisivi della vita di Gesù, per cercare di assomigliare sempre più a Lui, il vostro più grande e fedele amico” le attività organizzate dalle parrocchie hanno portato i bambini ad esprimersi con il gioco, la preghiera, la musica, lo sport e hanno sperimentato la bellezza del condividere le esperienze. La partecipazione in coppia e in squadra diventa allora l’occasione per capire che insieme non solo è più bello e ci consente di giungere più forti alla meta e con maggiore velocità.

La nostra Festa è iniziata ben presto domenica mattina: accolti dalla parrocchia (educatori di AC e catechiste) abbiamo cominciato a far festa così come solo l’Acr sa fare: cantando e ballando, sollecitando anche la curiosità dei passanti e di coloro che forse ancora sonnecchiavano.

Tutti insieme in Cattedrale per la celebrazione presieduta dal nostro Vescovo Valentino che ha avuto tanti momenti di scambio con i ragazzi: durante l’omelia li ha invitati ad essere “fotografi” attenti delle loro realtà, così da poter scorgere chi è lontano e non conosce la bellezza dell’Amore del Padre, giunto a noi attraverso suo Figlio Gesù. Un momento speciale per tutti i bambini che sono pronti per incontrare Gesù per la prima volta nella loro vita.

Nel pomeriggio attraverso quattro diverse esperienze di gioco, improntate ai termini che accompagnano il mondo della fotografia digitale (I like, Share, Post, Emoticon), i bambini hanno sperimentato la bellezza di condividere le proprie capacità, mettendo a disposizione degli altri le proprie cose, i propri doni. Così matura la consapevolezza che il “mio tutto” unito al “tutto di tutti gli altri” diventa il “tutto di tutti”. Quello che vivono diventa tanto più bello quanto più è condiviso con l’altro.

E così una festa diventa l’occasione per sperimentare la bellezza e la gioia di essere testimoni di Gesù, insieme agli amici e alle parrocchie. Per imparare a mettersi a disposizione degli altri.

Il nostro compito di genitori, educatori, catechisti, laici impegnati deve essere teso verso la vera testimonianza: se questi bambini che oggi ci ascoltano e sono “Pronti a scattare”, diverranno la parte viva e propositiva della nostra Diocesi, sarà anche grazie a quanto NOI oggi siamo in grado di trasmettere e testimoniare, a quanto NOI mettiamo a disposizione degli altri, gratuitamente.

Un compito difficile? Forse si. Ma abbiamo gli strumenti (la Parola), le mappe (i Pastori), la strada (la nostra Associazione) che ci consentono di affrontare il compito con serenità.

Papa Francesco ha consegnato un impegno agli acierrini di tutto il nostro Paese, chiedersi “ma io, a chi do più attenzione? Solo a quelli più forti, che hanno più successo a scuola, nel gioco? A chi sono stato poco attento? Chi ho fatto finta di non vedere?”. Aiutiamoli nelle loro osservazioni. Sono anche le nostre “periferie” e così come ai piccoli il Papa detto di “fissare l’obiettivo sui compagni e sulle persone che nessuno vede mai”, anche noi adulti siamo invitati a fare il primo passo per incontrarle, donare loro un po’ del nostro tempo, un sorriso, un gesto di tenerezza.

Auguri AC per i tuoi 150 anni!
Auguri AC di Alife-Caiazzo, sii sempre pronta a rispondere si!

*Presidente diocesano AC

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Comments Terms of Use


Place your text here