Home Chiesa e Diocesi Presso il Monastero di Ruviano dialoga la Chiesa, unica e diversa in...

Presso il Monastero di Ruviano dialoga la Chiesa, unica e diversa in se stessa

Associazioni e movimenti ecclesiali "portatori" di Vangelo nel mondo si sono raccontati nell'ambito dell'iniziativa di fede e cultura Àntropo-lógos

1782
0

Un luogo ancora sconosciuto a molti, suggestivo per la geografia in cui è immerso, dove il silenzio è condizione di fuori e di dentro, luogo in cui si vive il “noi Chiesa” come lo definisce Padre Fabrizio Cristarella Orestano che ne è responsabile.
Ieri, il Monastero di Ruviano, ha accolto circa 100 persone per il primo incontro della serie Àntropo-lógos dal titolo Movimenti ecclesiali e umanizzazione dell’uomo: confronto a più voci toccando la storia e l’esperienza di Chiesa che vivono nel Mondo e nel tempo l’Azione Cattolica, il Movimento dei Focolari, Comunione e Liberazione, il Cammino neocatecumenale, e l’associazione l’Esperienza innestata nella vita stessa del Monastero.
Presente anche la Diocesi di Alife-Caiazzo proprio con il racconto di AC affidato al presidente Cinzia Brandi.

Identità, missione, ruolo nel mondo e nella chiesa, spiritualità, esperienza: tutte facce della stessa medaglia per dire lo stile di una vita chiamata ad uniformarsi al Vangelo ed umanizzare il mondo. Ogni testimonianza ha portato la diversità e la peculiarità del proprio carisma; è il dialogo poi ad unire i verbi, le azioni, la passione di fondo innestata nel cuore di ogni esperienza, sfogliata ieri come le pagine di una storia di fede che si rinnova ogni giorno, si arricchisce di nuove esperienze, diventa occasione di prossimità, di superamento di se stessi per essere “altro”.

Tutto a partire dal dialogo, non solo nel confronto di ieri, ma nella condizione quotidiana di ogni credente: “il dialogo è la forma privilegiata per dire che la verità si cerca in una relazione a due”, è stata la premessa di Padre Fabrizio, cui ha fatto seguito l’introduzione di Padre Giampiero Tavolaro aprendo alla diversità e ricchezza delle associazioni e movimenti della Chiesa in cui la Tradizione si rinnova e continua a comunicare Gesù Cristo.

Interessato, curioso, partecipe, toccato in profondità il gruppo dei partecipanti. Ancora una volta la conferma di come questo luogo sia spazio di ricerca, ma anche di risposte, di silenzi e di dialoghi, luogo di cultura e formazione, dimora per tutti.

In autunno gli incontri riprenderanno, nel frattempo prosegue l’attività di preghiera e di formazione che il Monastero mette a disposizione di chiunque lo voglia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here