Home Chiesa e Diocesi Missione cittadina ad Alife. Holy Color, centri di ascolto, feste in Piazza...

Missione cittadina ad Alife. Holy Color, centri di ascolto, feste in Piazza Vescovado

Appello agli alifani: chi è disposto ad offrire un posto letto per i giovani missionari che arriveranno?

1099
0

Ultimi preparativi per la missione cittadina dal titolo “Perché la vostra gioia sia piena” animata dai Missionari del Preziosissimo sangue presenti ad Alife dal 17 al 24 giugno (Clicca sulla locandina per leggere il programma. Da questa sera saranno in distribuzione i depliant con tutti i dettagli)
Una settimana per “rivoltare” la città e farle respirare un nuovo clima, a partire dal Vangelo e dalla preghiera.
Sono 18 i missionari che si muoveranno per le strade, busseranno alle case, animeranno le feste e i momenti di spiritualità: sarà un incontro con la Parola di Dio a 360 gradi, a portata di tutti e secondo il linguaggio di tutti: bambini, giovani e anziani.
Apertura domenica mattina (17 giugno) e poi in serata momento esclusivo per i giovani alifani in collaborazione con il locale Forum dei Giovani per la festa di piazza “Holy Color”; da lunedì a sabato, ogni pomeriggio la festa sarà per i bambini e ragazzi di elementari e medie in Piazza Vescovado, mentre durante l’intera giornata i missionari si muoveranno per Alife per incontrare ammalati e famiglie; alcuni sacerdoti saranno presenti in Cattedrale per colloqui e confessioni.
In una settimana si terranno 9 centri di ascolto, la Via Sanguinis per le strade cittadine e una Veglia eucaristica a conclusione dell’esperienza.

 UN APPELLO AGLI ALIFANI 
Dalla Parrocchia Santa Maria Assunta un appello, che è anche l’invito a vivere e partecipare la Missione secondo lo stile di chi accoglie e e apre il cuore ad una esperienza diversa, nuova, e perchè no “destabilizzante”: la richiesta (alle persone che possono) è quella di mettere a disposizione un posto letto per i giovani che insieme ai sacerdoti e alle suore giungeranno ad Alife. La Parrocchia, sempre con l’aiuto di volontari, ha già predisposto l’organizzazione di pranzi e cene, ma similmente, chiunque volesse dare un aiuto anche per questa tipo di organizzazione non tema di farsi avanti e comunicarlo in sagrestia, prima o dopo la messa serale.

Ad Alife è conto alla rovescia. Presto “un’altra” città

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here