Home Territorio Piedimonte Matese presenta il garante dei disabili. Qual è il suo ruolo?

Piedimonte Matese presenta il garante dei disabili. Qual è il suo ruolo?

Convocato incontro con le associazioni preposte del territorio il prossimo 6 settembre: il neo-nominato garante dei disabili dell'Ente ascolterà le proposte

1350
1

A Piedimonte Matese, comune capofila dell’Ambito Territoriale Sociale C4, ci sarà una nuova figura di riferimento per le persone disabili, nominata dall’amministrazione, e sarà presentata il prossimo 6 settembre alle associazioni che rappresentano e sostengono la causa. L’incontro è programmato per le ore 16:00 all’interno dell’Aula Consiliare del Comune di Piedimonte Matese, con la presenza del consigliere comunale Serena Mainolfi e del Presidente del Consiglio Comunale Gianluigi Santillo, insieme a tutte le associazioni del territorio invitate, tra cui la FISH (Federazione Italiana Superamento Handicap). L’obiettivo dell’incontro sarà quello di ascoltare proposte, eventuali richieste o interventi e di presentare la nuova figura ed i ruoli del Garante dei Disabili dell’Ente.

I diritti delle persone disabili vanno tutelati ed avere una figura di riferimento può sicuramente essere la marcia in più, soprattutto se collegata direttamente alle istituzioni. Tuttavia, laddove sono le stesse istituzioni il grembo dei problemi legati alle barriere architettoniche ad esempio, o allo scarto sociale, la figura del garante può avere la funzione di organo di auto-controllo? A partire dagli anni ’60, soprattutto dopo lo sviluppo industriale e dei materiali che hanno permesso l’ideazione di ausili speciali per persone affette da disabilità, la lotta all’inclusione ha avuto una svolta importante e molte persone, grazie al semplice utilizzo di una sedia a rotelle, si sono fatte una vita autonoma, normale. La legge ha pensato alla tutela dei diritti delle persone disabili e, specialmente negli altri paesi europei, ne ha fatto uno stile di vita per tutti, anche per coloro che da normodotati sono chiamati a rispettare le esigenze di tutti. Ma nel 2018, in Italia, dobbiamo ancora aspettarci che qualcuno si batta per il riconoscimento di diritti primari?

1 COMMENTO

  1. L’ESPERIENZA MIA NEL CONOSCERE LA DISABILITA’ E STATA IMPORTANTE E PREZIOSA. OGNUNO DI NOI E’ IMPEGNATO NELL’ATTIVITA’ DEL CONOSCERE: SI CONOSCE UNA PERSONA DISABILE CON CARATTERISTICHE DIVERSE LE FAMIGLIE HANNO IDEE E’ ASPETTATIVE MOLTO DIFFERENTI DALLE PERSONE NORMALI PER QUESTO LA PERSONA CON DISABILITA’ , DUNQUE NON VA CONSIDERATA SOLO NELLA SUA FRAGILITA’,MA DEVE ESSERE UN VALORE, UNA RISORSA CHE CI SPINGE A FARE SEMPRE DI PIU’ DI QUANTO FACCIAMO. COMPRENDERE I BISOGNI DELLE FAMIGLIE, IMPORTANTE COME CREARE UNA RELAZIONE CON LE PERSONE DISABILI.RINGRAZIO DI VERO CUORE L’AMMINISTRAZIONE PER L’INTERESSAMENTE AL PROBLEMA.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.