Home Scuola Piedimonte Matese, il Comune sostiene l’introduzione dell’Educazione alla cittadinanza nelle scuole

Piedimonte Matese, il Comune sostiene l’introduzione dell’Educazione alla cittadinanza nelle scuole

Le firme per l'iniziativa promossa da ANCI saranno raccolte presso la Casa Comunale dall'Ufficiale di Stato Civile fino al 31 dicembre 2018

271
0

Il comune di Piedimonte Matese, su proposta dell’Assessore avv. Antonella Capone, aderisce all’iniziativa ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) per la raccolta firme riguardo la Legge di iniziativa popolare volta a introdurre la disciplina di “Educazione alla cittadinanza” nelle scuole di ogni ordine e grado come materia curricolare.
Nel testo della proposta di legge si dice come fu Aldo Moro, nel 1958,  a proporre l’inserimento della disciplina dell’educazione civica nei curricula scolastici; tuttavia, nel corso del tempo l’importanza della materia è andata scemando, superata da altre attività o comunque relegata a qualche minimo accenno nelle aule scolastiche.
E’ necessario “recuperare centralità e simbologia per questa materia che deve diventare materia autonoma.”
Proseguendo, nel testo di legge, è sottolineata l’urgenza dell’iniziativa:“nelle scuole si assiste da anni a un progressivo indebolirsi del senso di responsabilità e del rispetto reciproco” e come sia fondamentale per i giovani cittadini recuperare questa dimensione, così come il senso di appartenenza alla propria storia, sia essa locale e nazionale.
“(…) Ignoranza, superficialità, adesione a ricostruzioni verosimili e non vere sono soltanto alcune delle forme che ha assunto il distacco dei cittadini dalla storia delle comunità cui appartengono”.

Risulta necessario, quindi, risvegliare gli animi delle nuove generazioni, porli a confronto con la realtà e con la storia, non solo passata, ma anche recente, che è frutto di ciò che è stato, affinché comprendano il valore di ciò che hanno e di ciò che loro stessi sono oggi.
“Fin dalla scuola dell’infanzia, è necessario apprendere la dimensione della cittadinanza che deve articolarsi nella conoscenza della Costituzione, dei principi giuridici fondamentali, tra i quali il  principio di uguaglianza con il contrasto alla disparità di genere e di etnia, di religione nonché il principio di legalità”.

I comuni, dunque, si rendono complici nel supportare con progetti integrativi dell’offerta formativa l’introduzione dell’ora autonoma di educazione civica, soprattutto riguardo la conoscenza del funzionamento e del valore delle istituzioni locali.
A Piedimonte Matese le firme per l’iniziativa saranno raccolte nella Casa Comunale dall’Ufficiale di Stato Civile fino al 31 dicembre 2018 negli orari di ufficio.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here