Home Dalla Campania Caserta. Un convegno di studi per celebrare la Provincia

Caserta. Un convegno di studi per celebrare la Provincia

"Caserta e la sua Provincia (1818-2018)" è il titolo del convegno di studi che si terrà nei giorni 24-26 ottobre presso l'Università Luigi Vanvitelli a Santa Maria C.V. e il Circolo Nazionale a Caserta.

420
0

Noemi Riccitelli – Caserta 1818-2018. Duecento anni dal trasferimento della provincia di Terra di Lavoro da Capua a Caserta.
E’ questa l’occasione che sarà celebrata con un convegno di studi intitolato “Caserta e la sua provincia (1818-2018)” presso l’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, Dipartimento di Lettere e Beni culturali, a  Santa Maria C.V. e presso il Circolo Nazionale di Caserta, nei giorni 24-26 ottobre.
Il convegno di studi rifletterà sui duecento anni trascorsi dal regio decreto del 15 dicembre 1818, con il quale re Ferdinando I sancì l’affermazione della città di Caserta come capoluogo di provincia.
Il convegno, promosso dalla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Campania, dall’Archivio di Stato di Napoli e dall’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, si avvale del patrocinio della Regione Campania, della Provincia di Caserta, della Città di Caserta, della Città di Santa Maria Capua Vetere e del Sistema Museale di Terra di Lavoro.

 

L’intento del convegno è quello di ricostruire le caratteristiche della lunga storia di questo territorio che, attraverso molteplici e diversi assetti politici, ha visto il modificare costante del proprio profilo non solo dal punto di vista giuridico-amministrativo, ma anche quello sociale ed economico e dei rapporti con i centri limitrofi.
Gli interventi del convegno, infatti, riguarderanno ampie tematiche di ben sei sessioni: fonti e contesto storico, potere, nelle declinazioni di spazi laici ed ecclesiastici, le identità locali, città e campagna, economia e società, arte e cultura.
Una discussione interessante e ben articolata che vuole definire a tutto tondo una preziosa identità storica, sensibilizzare alla conservazione e salvaguardia della stessa, affinché la storia non sia solo una questione di date ma un autentico percorso di conoscenza e riflessione su se stessi.
E’ necessario, quindi, un impegno e responsabilità costante da parte delle istituzioni perché si promuovano ricerche e iniziative come questa e affinché i cittadini, in tal modo, diventino realmente consapevoli e attenti al loro patrimonio.

In allegato, l’invito al convegno e il programma dettagliato.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here