Home Attualità Piedimonte Matese. Istituita la figura delle Nonne e Nonni vigili

Piedimonte Matese. Istituita la figura delle Nonne e Nonni vigili

La proposta, avanzata dalla Consigliera Ottaviani, introduce e regolamenta anche nel capoluogo matesino un’iniziativa già sperimentata con successo in diverse località italiane

442
0

Nel corso della seduta del Consiglio comunale, svoltasi ieri pomeriggio a Piedimonte Matese, tra i diversi punti all’ordine del giorno è stata discussa ed approvata la regolamentazione dell’attività delle Nonne e Nonni vigili. La proposta, avanzata dalla Consigliera Monica Ottaviani, ha riscosso l’entusiasmo dell’assise, per poi venire approvata con un’unica astensione.

Di cosa si tratta. Trovandosi l’attività di viabilità e di controllo dei plessi scolastici piedimontesi interamente coordinata dalla Polizia municipale, che recentemente è stata ridotta di numero dal Comune, si intende sgravare quest’ultima dalle inevitabili difficoltà di gestione che quest’ultima è costretta a vivere quotidianamente, impiantando anche nel capoluogo matesino la figura del Nonno vigile. Tale forma di volontariato non retribuito, va a svolgere funzioni di mero controllo.

La scelta dei candidati, effettuata mediante avviso di selezione, va a svolgersi nell’ambito di individui di età compresa tra i 55 ed i 75 anni, contraddistinti da buona condotta civile e morale nonché residenza sul posto: sarà la Vigilanza municipale, dopo aver opportunamente valutato le candidature, a definire compiti e ruoli degli individui selezionati oltre che ad istruirli in quella che poi sarà l’opera vera e propria di affiancamento dei Vigili. In tale situazione, il Nonno vigile andrà a stazionare dinanzi alle scuole, accompagnare i bambini nell’attraversamento della strada e segnalare anomalie alla Polizia municipale, senza mai sostituirsi ad essa. Questo genere di attività, del tutto inedita per il nostro territorio, andrà a cessare al superamento dei limiti di età consentiti oppure per rinuncia volontaria.

Il merito di questo nuovo ente di controllo consiste indubbiamente nell’ impiegare persone non più giovani in un progetto dove diventano centrali l’impegno e l’esperienza, mentre sul piano dei costi si andrebbero a coprire spese del tutto irrisorie, riguardanti l’attrezzatura ed una necessaria copertura assicurativa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here