Home Scuola Piedimonte Matese. Il viaggio nella follia dell’Ipsart Cappello

Piedimonte Matese. Il viaggio nella follia dell’Ipsart Cappello

Nella giornata di ieri, gli alunni dell'Istituto piedimontese hanno preso parte ad un momento di confronto con il magistrato Nicola Graziano, autore del libro "Matricola zero zero uno"

1327
0

Nella giornata di ieri, 13 dicembre, gli studenti dell’I.P.S.E.O.A. E. Cappello di Piedimonte Matese hanno preso parte alla pièce teatrale Matricola zero zero uno, all’interno della sala convegni dell’Istituto. Nel corso della stessa manifestazione, i ragazzi hanno potuto interfacciarsi con il magistrato Nicola Graziano, autore del libro da cui la pièce ha tratto spunto. Promotori del confronto sono stati il dirigente scolastico, prof.ssa Clotilde Riccitelli e la professoressa Filomena Giusti, che lo hanno voluto fortemente, per offrire alla comunità scolastica una pausa di riflessione su un aspetto molto particolare della società che la circonda.

Nicola Graziano ed il fotoreporter Nicola Baldieri hanno narrato la full immersion che hanno vissuto presso l’O.P.G. di Aversa nei mesi immediatamente precedenti alla sua chiusura definitiva. Il libro, che nasce da tale esperienza – corredato dal reportage fotografico di Baldieri ed arricchito da testimonianze, ricordi ed impressioni – è frutto di una precisa volontà dell’autore di portare all’attenzione dell’opinione pubblica uno strato profondo di umanità, misconosciuto e per questo assai ignorato.

Momento particolarmente toccante, quello in cui l’autore, visibilmente commosso, ha lanciato un monito a favore dei pazienti provenienti dalle dismesse strutture di igiene mentale: essi, protagonisti e quasi prigionieri di gironi danteschi ante litteram, le cui barriere vanno ben oltre i confini degli edifici, vanno ascoltati, capiti e curati con attenzione e premura; soprattutto, essi vanno rivalutati nella loro diversità e nella loro follia come parte integrante della realtà umana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.