Home Arte e Cultura Piedimonte Matese. In arrivo la Befana al Museo Marrocco

Piedimonte Matese. In arrivo la Befana al Museo Marrocco

L'evento del 6 gennaio, presso il MU.CI.RA.MA. e le Mura megalitiche di monte Cila, va ad aprire il primo trimestre di attività dell'Associazione Cuore sannita per l'anno 2019

494
0

In occasione della Domenica al Museo in programma in tutta Italia il prossimo 6 gennaio, l’Associazione culturale Cuore sannita festeggia l’Epifania in maniera alternativa, dando vita all’iniziativa La Befana al Museo civico Marrocco

Con appuntamento alle 8.30 dal MU.CI.RA.MA. di piazza San Domenico, l’Associazione guiderà i partecipanti alla scoperta del territorio dell’antica Allifae sannitica ed in particolare alle strutture megalitiche che affacciano sulla valle Alifana. Parte dell’escursione sarà dedicata alla manutenzione delle strutture megalitiche, a cui potranno partecipare tutti, accompagnati dalla simpatica presenza della Befana. Come di consueto, il giro si concluderà con una visita al Museo civico Marrocco. 

In caso di condizioni avverse, il team culturale terrà ugualmente la manifestazione presso il MU.CI.RA.MA., con possibilità di visita al Museo archeologico della vicina Alife.

Il prossimo trimestre. Cuore sannita tuttavia non ha intenzione di fermarsi qui. L’evento del 6 gennaio fa da traino al primo trimestre di attività per l’anno 2019, in cui l’Associazione si darà appuntamento in alcune location di indubbio fascino: il 20 gennaio si muoverà tra Mignano di Montelungo, San Pietro Infine e San Vittore, per una visita sul sito dell’antico abitato ausone di località Lupo con statio al bivio via Latina tra Aesernia Teanum. 

Si proseguirà il 10 febbraio in direzione di Pietrabbondante e Duronia, terre abitate dai Pentri, per ammirare le novità scaturite dagli ultimi scavi e le strutture megalitiche di monte Saraceno.

Infine, il 10 marzo sarà la volta di Civitanova del Sannio e Chiauci, con la cinta muraria di colle Sant’Onofrio e tutta una serie di giacimenti archeologici di grande interesse che costellano tutta l’area.

Per ulteriori informazioni, consultare il sito dell’Associazione o la pagina Facebook omonima, oppure telefonare al 380 1874732

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here