Home Scuola Piedimonte Matese, L’istituto Agrario presto ai suoi studenti

Piedimonte Matese, L’istituto Agrario presto ai suoi studenti

Al via la gara per i lavori che riapriranno le porte dello storico edificio, sede di una delle più antiche scuole d'Italia. Dalla Regione 2,5 milioni di euro

405
0

Scuola agraria a Piedimonte MateseL’Istituto Agrario tornerà ai suoi studenti. Lo storico edificio, sede di una delle più antiche scuole della Campania, tornerà ad accogliere alunni e professori. Un anno di attesa (leggi la notizia di un anno fa), dopo il finanziamento della Regione alla Provincia, prima che questa promuovesse il bando e quindi l’imminente apertura del cantiere (il link).
Notizia attesa da tempo, ancor di più dopo il sisma del 2013 che danneggiava l’edificio  imponendo il trasferimento della Scuola presso l’Istituto De Franchis, sede del Tecnico Commerciale.
È il sindaco della Città, Luigi Di Lorenzo, a rendere noto quanto avverrà a partire dalle prossime settimane: “Ho appena avuto notizia dal Presidente della Provincia avv. Giorgio Magliocca dell’avvenuta pubblicazione della gara per i lavori del nostro Istituto Agrario”.
Il “grazie” del primo cittadino guarda al completamento dell’iter procedurale della gara che la Provincia annunciava nel novembre 2017, ma poi rivolge il merito della vicenda all’assessore regionale Sonia Palmeri, garante del recupero dei 2,5milioni di euro, “grazie ad un nuovo decreto”, spiega Di Lorenzo, che rimpiazza i fondi post sisma andati completamente perduti.

L’Agrario di Piedimonte Matese è entrato nell’alveo delle Scuole finanziabili nel 2017, dopo la Manovra Finanziaria, che assegnava tra le somme destinate alla nostra Regione altri 48 milioni di euro. Di concerto con il Miur, la Regione ha poi selezionato gli interventi tenendo conto delle caratteristiche strutturali di adeguamento antisismico necessarie per particolari edifici scolastici. Tra questi si è inserito il “nostro” istituto agrario “Scorciarini Coppola”.
Il Sindaco Di Lorenzo, nel breve comunicato di ieri sera ha poi esteso la sua riconoscenza al consigliere provinciale Gianluigi Santillo (presidente del Consiglio comunale di Piedimonte Matese), al consigliere comunale Mauro Martino e in particolare al vicesindaco Ivan Filetti per il costante contatto “che ha saputo tenere con la Regione e lo staff dell’assessore Palmeri”.
Riconoscenza anche per il ruolo della concittadina Margherita Riccitelli di CittadinanzaAttiva per aver contribuito a tenere alta la guardia sul caso dell’Agrario di Piedimonte Matese.

I lavori attesi, auspicati, necessari al territorio e ai suoi giovani studenti partiranno al termine della gara bandita dalla Provincia di Caserta (titolare dell’immobile) con scadenza il prossimo 18 febbraio (apri il link).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here