Home Scuola Liceo Galilei. Studenti al GeMUN, diplomatici in azione

Liceo Galilei. Studenti al GeMUN, diplomatici in azione

Termina con successo lo stage presso il Palazzo Ducale di Genova, in cui i ragazzi del Liceo matesino si sono confrontati con studenti di istituti esteri, comunicando valori, policy e tradizioni del Paese rappresentato

650
0

Partecipare al GeMUN è stata un’emozione notevole per gli studenti del Liceo “G. Galilei” di Piedimonte Matese, un progetto internazionale che ha visto impegnati i ragazzi (Delegates), guidati dai loro insegnanti, in primis la prof.ssa Giovanna Giordano (referente per il MUN Director) e dalla dirigente Bernarda De Girolamo, e che si svolge ogni anno a Genova, gli ultimi giorni di febbraio. Dopo la felice esperienza del Westmun 2019, gli alunni del Galilei hanno affrontato uno stage presso il Palazzo Ducale di Genova, un’avventura breve ma intensa, che ha fatto seguito al corso di 30 ore a cui hanno partecipato nei mesi precedenti.

Tanta la tensione che ha accompagnato i ragazzi dalle prime ore del mattino, quando, col cuore in gola, si trovano in fila al Registration Office, pronti a raccogliere Badges e Placards da utilizzare per esprimere il proprio voto favorevole o sfavorevole. La tensione, tuttavia, cresce quando inizia il confronto con gli studenti degli istituti esteri partecipanti, organizzati in comitati. Uno specifico abbigliamento, indicato dal dress code, permette ai ragazzi di presentarsi in veste di diplomatici, come testimoni del Paese da loro rappresentato. Nasce tutto come un gioco, con l’attribuzione di ruoli simbolici, un gioco che ben presto però si trasforma in un’esperienza reale, in cui i ragazzi dimostrano di avere personalità e di credere fermamente nella propria identità, nei valori, nelle tradizioni, alla policy del Paese.

I temi centrali di questa edizione del GeMUN i 17 Goals per lo sviluppo sostenibile da attuarsi entro il 2030, che sono gli argomenti su cui si è focalizzata l’Opening Cerimony, per la quale le delegazioni si sono ritrovate nella maestosa cornice della Sala del Maggior Consiglio del Palazzi Ducale di Genova. Interessanti gli interventi degli esponenti ufficiali dell’ONU, e commoventi i toni assunti nel ricordare le 13 vittime del crollo del Ponte Morandi. Anche un momento di imbarazzo, quando il Paese ha espresso il dissenso su accordi, firmati e poi rinnegati, come il Paris Treaty, accordo internazionale sull’abbassamento del livello di inquinamento nell’atmosfera.

Per il team del Liceo Galilei l’evento è stato motivo di grande soddisfazione, soprattutto quando Ileana Civitillo, alunna di 1 CS, è stata invitata a salire sul podio, a conclusione della cerimonia, per parlare a nome del NGO, Human Rights Watch che rappresentava. Ileana  si è espressa in modo sicuro e sciolto, ricevendo un fragoroso applauso dalle delegations e dalle autorità presenti. Un inizio importante per la nostra delegazione e per gli alunni delle classi 1 e 2 CS: Monica Barbieri SOCHUM Brasil, D’Amico Ilaria DISEC Brasil, Gilardi Claudia SpecPOL Brasil, Pontillo Giacomo SOCHUM Brasil, Vessella Francesco SpePOL Uganda, Esposito Vincenzo DISEC Ethiopia, Feola Riccardo DISEC Philippines, Ferraiuolo Francesca Pia SOCHUM Hungary, Lupoli Gilda UNESCO, Orsini Giovanni Saul Ecosoc Ethiopia, Vessella Mario SOCHUM Phiippines ed Ileana Civitillo Human Rights Watch.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here