Home Chiesa e Diocesi Colletta del Venerdì Santo, il sostegno ai Custodi di Terra Santa

Colletta del Venerdì Santo, il sostegno ai Custodi di Terra Santa

Le offerte che saranno raccolte domani, Venerdì Santo, sono destinate al sostegno delle opere pastorali realizzate dall'Ordine francescano dei Frati minori, Custodi di Terra Santa

632
0
Gerusalemme. Veduta della Basilica del Santo Sepolcro
Il sostegno a favore della Terra Santa è da secoli premura dei Pontefici, segno di un legame forte tra il Vaticano e i Francescani di quella Terra. All’Ordine francescano dei Frati minori, nel 1342, fu affidata la Custodia dei luoghi che rappresentano il cuore della Cristianità, luoghi segnati dai passi del Santo di Assisi, il quale li solcò in veste di pellegrino.
Anche quest’anno, il Venerdì Santo, giorno in cui la comunità cristiana commemora la passione e la crocifissione di Gesù, dà la possibilità alle realtà ecclesiali ed ecclesiastiche appartenenti alla Chiesa universale, di offrire il proprio contributo alla Fraternità francescana che ogni giorno, da 800 anni ormai, porta avanti la sua missione con opere concrete ispirate alla pace, strumento di contenimento del non semplice dialogo tra le fedi che popolano il Medio Oriente.
Fra Francesco Patton ofm, custode di Terra Santa, invita “ad accogliere ancora oggi l’appello della Chiesa universale e ad esprimere la vostra fraterna solidarietà e condivisione con la Chiesa che vive in Terra Santa, con generosità, attraverso la Colletta Pro Terra Sancta del Venerdì Santo“. Queste le parole con cui fra Francesco Patton si rivolge alla Chiesa universale nelle pagine iniziali del Sussidio 2019 messo a disposizione da Fondazione Terra Santa e contenente testi introduttivi di S.Em. Card. Leonardo Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali; S.E. Mons. José Octavio Ruiz Arenas, Segretario del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione e le Stazioni della Via Crucis con alcuni testi meditativi di fra Francesco Patton.
Un contributo, anche piccolo, può rivelarsi molto significativo per continuare a proteggere, restaurare e far crescere la Palestina, terra che trasuda di spiritualità in ogni suo angolo, attraverso una vita pastorale che possa lasciar germogliare ancora semi di pacifica convivenza tra i popoli che la abitano.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.