Home Arte e Cultura Da Piedimonte Matese a Venezia. Andrea Natale approda alla Biennale

Da Piedimonte Matese a Venezia. Andrea Natale approda alla Biennale

L'artista presenterà l'opera "Flagellazione" fino al 31 maggio prossimo, presso villa Pannonia

804
0

Andrea Natale, originario di Caserta ma attualmente a Piedimonte Matese, quest’anno sarà presente alla Biennale di Venezia con l’opera Flagellazione, una delle sue creazioni più recenti. L’artista esporrà la sua creazione fino al 31 maggio, nella cornice di villa Pannonia (Venezia Lido), negli spazi riservati alle personali e alle collettive.

La sua presenza nell’evento internazionale lo vede protagonista insieme ad altri artisti del Menotti Art Festival di Spoleto, qui affidati alla direzione artistica di Paola Biadetti. A curare la presentazione critica sarà la prof.ssa Assunta Cuozzo, mentre l’introduzione al progetto è del prof. Luca Filipponi.

Con la sua arte Andrea è la prova vivente che se si crede convintamente nei propri sogni è possibile realizzarli. La partecipazione alla più grande esposizione d’arte italiana e mondiale costituisce un traguardo molto significativo e prestigioso. Per i suoi conterranei, invece, motivo di orgoglio e soddisfazione.

Andrea Natale, biografia ed esperienza
Andrea Natale nasce a Caserta il 6 febbraio 1969. Sin da ragazzo nutre la passione per il disegno e la pittura e dopo la licenza media, sceglie un indirizzo artistico presso l’Istituto Statale d’Arte di san Leucio di Caserta. Successivamente si trasferisce a Bologna dove inizia a far parte di un centro culturale il quale promuove giovani artisti. La sua scelta non è casuale, infatti, in quel periodo inizia a esporre le sue prime opere riscuotendo molteplici successi e consensi. Dopo la permanenza a Bologna, Andrea decide di tornare nella sua città natale dove continua a lavorare intensamente per portare avanti la sua ricerca artistica. Qui infatti, si inserisce in pochi anni, nel jet set artistico campano frequentando importanti critici e artisti ed esponendo in diverse gallerie, partecipando a numerose collettive. Con la maturità, raggiunge una completa padronanza pittorica, imponendo carattere e stile alle sue opere. Questo spiega il ruolo marginale e contemporaneo espresso nelle sue tele, rispecchiando l’attualità con il passato attraverso una mescolanza di colori che si intrecciano tra loro creando uno stile unico rifacendosi a opere di illustri e noti artisti contemporanei e di inizio novecento. La sua prima mostra risale nel lontano 1980 allestita durante la frequenza alla scuola media dei Salesiani di Caserta. Da allora la strada è stata tutta in salita fino a qualche anno fa, quando incontra il professore Luca Filipponi, presidente dello Spoleto Art Festival, il quale apprezza e promuove le sue qualità pittoriche e artistiche. Grazie al direttore artistico Paola Biadetti è stato pluripremiato con premio internazionale nel 2018 come miglior artista campano con l’opera Il seme della vita, opera attualmente in esposizione a Caserta in via Sant’Agostino.

Foto pagina Facebook Andrea Natale

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here