Home Chiesa e Diocesi Piedimonte Matese. Ancora un successo per la Pizza solidale

Piedimonte Matese. Ancora un successo per la Pizza solidale

L'appuntamento è divenuto ormai una consolidata consuetudine, con cui la Caritas parrocchiale di Ave Gratia Plena sostiene numerose iniziative a vantaggio delle persone meno fortunate

794
0
foto di Anna Zulla Ciardiello e Cristina Palumbo

Lo scorso 31 maggio, si è nuovamente ripetuta la partecipazione massiccia di piedimontesi, dalle tre parrocchie della città, in occasione della Pizza di beneficenza.

L’evento, organizzato dalla Caritas di Ave Gratia Plena ed ormai entrato a pieno titolo tra gli happening periodici della Comunità di Vallata, rientra in una consuetudine ben consolidata con cui il gruppo solidale sostiene e programma iniziative a favore delle persone meno fortunate.

In una nuova serata all’insegna dell’animazione e della buona compagnia, in tantissimi hanno voluto ritrovarsi all’interno un’atmosfera intima e fraterna: una stretta di mano, magari un abbraccio, due chiacchiere e qualche pietanza dinanzi ad una buona pietanza da gustare insieme, hanno accompagnato e elevato gli animi, nella consapevolezza che il motivo di quell’incontro è servito a fare del bene a chi non riesce a farcela in un periodo storico tutt’altro che semplice.

Nel contesto attuale, la Caritas è costretta a fronteggiare emergenze che sono a dir poco drammatiche: infatti, di fronte ad un ristagno permanente della crisi economica, con tutti gli annessi e connessi da essa comportati in ogni settore della società, rende l’iniziativa dello scorso 31 maggio solo un piccolo contributo in tal senso.

Tuttavia, in un mare magnum di necessità impellenti, già da tempo l’appuntamento solidale della Caritas di Vallata si è avviato a diventare un riferimento sicuro, grazie al quale è possibile intervenire in maniera mirata e concreta, educando la stessa opinione pubblica locale a non voltarsi dall’altra parte, quanto piuttosto a collaborare, autosensibilizzandosi alla solidarietà.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here