Home Eventi Castel Campagnano. “Volturno in rosa”, il viaggio enologico ha inizio

Castel Campagnano. “Volturno in rosa”, il viaggio enologico ha inizio

Sabato prossimo, 6 luglio, presentazione e degustazione di quattro vini rosati del distretto IGT Terre del Volturno. L'evento inizierà con l'approfondimento a opera del prof. Antonio P. Leone e la presentazione dei tre siti di lavorazione

281
0

La ricchezza enogastronomica del territorio compreso nel distretto IGT Terre del Volturno è un dato di fatto, provato prima di tutto dalle diverse varietà di vini che esso partorisce. Alcuni di essi potranno essere conosciuti sabato prossimo, 6 luglio, grazie alla manifestazione Volturno in rosa, promossa dall’enologa Anna Della Porta, con la finalità di riconoscere al territorio il merito dovuto. Si tratta di quattro vini rosati che saranno oggetto di degustazione: La Rosa del 2018, Donna Pupa del 2017 e del 2018 e Veritas del 2018, prodotti rispettivamente nelle cantine Tenuta Donna MariaTenuta Santa Monica e La Masserie, “micro vinificazioni in acciaio di 500, 700 e 1000 litri. Ho prodotto due rosati di Casavecchia e uno di Merlot 2018”, così l’enologa Della Porta.

La degustazione sarà anticipata da un momento di approfondimento culturale, con il convegno che avrà per relatore il professor Antonio P. Leone. Al professore l’onore di presentare il lavoro di viticoltura effettuato sui terreni di Castel Campagnano. A seguire, la presentazione dei tre siti di lavorazione per lasciare spazio ai quattro rosati che verranno presentati da tre conoscitori ed esperti del mondo vinicolo: il giornalista eno-gastronomico Luciano Pignataro, l’agronomo Gaetano Pascale già presidente Slow food Italia e Alessandro Marra co-coordinatore regionale della guida Slow wine.

Notizie sulle aziende protagoniste
Tenuta Donna Maria, nata nel 2015 ad Alvignano, è un’azienda che si estende su 3 ettari e che produce 20.000 bottiglie. Producono un Pallagrello bianco, un primitivo in purezza e un blend di Aleatico, Merlot e Primitivo. “Da loro ho prodotto 1.300 bottiglie di rosato di Merlot 2018, LA ROSA IGT TERRE DEL VOLTURNO”, afferma Anna Della Porta.

Tenuta Santa Monica, tra le più piccole aziende del Volturno, si trova a Castel Campagnano, di proprietà del notaio Matano. Nata nel 2016, produce 4000 bottiglie dal suo ettaro di vigna di Pallagrello bianco, Fiano, Malvasia, Pallagrello Nero, Casavecchia e aglianico. “Da loro ho vinificato il mio primo rosato da uve di aglianico nel 2017, DONNA PUPA. Nel 2018 ho prodotto 700 bottiglie di rosato di Casavecchia, DONNA PUPA IGT TERRE DEL VOLTURNO”, ci dice Anna.

La Masserie si trova a Bellona, il proprietario è Giuseppe Carusone. Produce vini biologici IGT Terre del Volturno, Casavecchia, Pallagrello Nero e Pallagrello Bianco. Circa 5 ettari con una produzione di 25.000 bottiglie. “Sono state prodotte 1000 bottiglie di rosato di Casavecchia 2018, VERITAS IGT TERRE DEL VOLTURNO”, ci dice Anna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here