Home Territorio Matese pulito. Arrivano in dono cassonetti per i rifiuti

Matese pulito. Arrivano in dono cassonetti per i rifiuti

L'Osservatorio Ponte Margherita ha deciso di stanziare 1500 euro per l'acquisto di cassonetti per la raccolta dei rifiuti sul Matese

902
0

L’arrivo dell’estate e, con essa, delle tipiche scampagnate in montagna porta con sé, inevitabilmente un grosso problema: ciò che resta dopo una giornata di bagordi e divertimento.
A pagarne le spese è sempre la natura, usata e devastata come se non ci fosse un domani, come se quel posto non ci appartenesse, come se da quel momento in poi non meriti alcun futuro.

Proprio per aiutare ad arginare uno dei più grossi problemi della bella stagione l’Osservatorio Ponte Margherita, che si occupò di sollecitare la riapertura dell’omonimo viadotto, ha deciso di stanziare circa 1.500 euro per l’acquisto di cassonetti per la raccolta dei rifiuti sul Matese anche a margine delle recenti polemiche ha hanno visto da più parti sollecitare i sindaci dei Comuni interessati al fine di controllare meglio il territorio assaltato da gitanti poco rispettosi nel fine settimana. E tra le modalità di controllo anche quella di dotare le aree pic nic e le strade del Matese di più cassonetti per la raccolta dei rifiuti.

“Avevamo fatto una raccolta fondi per pagare, ad una società di Bolzano, le prove di carico al Ponte Margherita. Grazie al buon cuore di tanti cittadini siamo riusciti nell’intento e vogliamo destinare la restante parte all’acquisto di cassonetti e cartellonistica” dichiara il presidente dell’Osservatorio Francesco Testa.

Il Presidente del Parco regionale del Matese Vincenzo Girfatti ha ringraziato i sindaci di Piedimonte Matese, Castello del Matese e San Gregorio Matese che ne gestiranno la raccolta, perché se è vero che la donazione parte dall’Osservatorio, per riuscire nel nobile intento occorre la collaborazione di tutti, sindaci e turisti compresi.
“Ringrazio Luigi Di Lorenzo, Antonio Montone e Giuseppe Mallardo per aver dato il loro primo cenno di adesione all’iniziativa voluta in sinergia con l’Osservatorio Ponte Margherita. A breve stabiliremo tutti i dettagli affinché siano rispettate  le norme per un posizionamento corretto, con la speranza che sia un primo passo per mettere fine ad una vicenda che di fondo parte da una forte inciviltà di chi visita il Matese” così ha dichiarato Girfatti.

Già da qualche giorno l’Osservatorio, in accordo con il presidente del Parco Regionale, ha infatti incontrato i sindaci dei Comuni matesini maggiormente coinvolti, Piedimonte Matese, Castello del Matese e San Gregorio Matese, per chiedere un impegno a cooperare.

Il sindaco di San Gregorio Matese Giuseppe Mallardo, a cui appartiene l’area più estesa del Matese (circa 56 kmq), sembra già essere passato dalle parole ai fatti emanando un’ordinanza in merito all’argomento, la n. 2879 del 27/07/209, dove si prevede il posizionamento di alcuni cassonetti stradali da 360 litri da destinare alla raccolta dei rifiuti indifferenziati e per il vetro.

Parco del Matese: rifiuti, vivibilità, economia. Se ne discute tra Sindaci e Associazioni

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.