Home Chiesa e Diocesi Caiazzo. Dal grest al camposcuola, educatori responsabili

Caiazzo. Dal grest al camposcuola, educatori responsabili

Il ruolo educatovi affidato a giovanissimi educatori e animatori richeide maturità, metodo, competenze: e allora ecco come accompagnare la formazione di chi a sua volta è chiamato a formare. E grazie a questi giovani che scelgono di crescere così

650
0

Corinna Zullo – Alla conclusione del Grest 2019, tenutosi nel Centro Madre Claudia Russo gli educatori che ne hanno avuto cura insieme a Don Antonio Di Lorenzo, di Suor Nunzia, Suor Eurides e Suor Elenilda, hanno preso parte ad un camposcuola che si è svolto a Pollena Trocchia dal 23 al 27 luglio 2019.

Le Suore del Centro Regina Pacis di Pollena hanno aperto le porte della loro casa ad un gruppo di ventiquattro ragazzi. Non solo riposo e divertimento per loro; ogni giorno un tema che ha guidato i ragazzi alla riflessione.
Come in tutti i campi scuola autogestiti, i ragazzi sono stati suddivisi in gruppi per svolgere tutte le mansioni e faccende domestiche, a partire dalle prime ore del mattino fino a tarda sera. Ma il tempo maggiore è stato dedicato alla preghiera e alla riflessione personale e di grupo sul tema formativo individuato: emozioni e paure sono state le riflessioni portate avanti indagando sulla storia personale, sulle azioni quotidiane, sui progetti e i sogni futuri, ovvero l’essere consapevoli che ciò che si vuole costruire per il domani comincia ad esistere dalle scelte di oggi.
Nella successione delle riflessioni si sono affrontati anche gli aspetti dolorosi e i momenti di fatica che fanno parte della vita di ciascuno, provando a riconoscere in queste situazioni l’opportunità di incontro con il Signore e di crescita nella fede e nelle relazioni.

Oltre ai momenti di riflessione, i ragazzi hanno potuto rafforzare i legami che li univano prima della partenza, hanno partecipato con entusiasmo alle attività organizzate, con impegno, dagli stessi animatori.
Un ringraziamento speciale, per l’aiuto mostrato, va ad Antonio Fasci, un ex animatore del Centro Madre Claudia che ha contribuito affinché tutto andasse per il meglio. L’auspicio per il prossimo futuro è che il gruppo, mostratosi affiatato e pieno di energia, continui a impegnarsi nelle attività invernali dell’oratorio e della diocesi, costruendo così le basi per il prossimo Grest e il prossimo campo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here