Home Chiesa e Diocesi VIDEO e FOTO. Alife è pronta alla festa di San Sisto. Quanto...

VIDEO e FOTO. Alife è pronta alla festa di San Sisto. Quanto è cresciuta la Comunità?

Il novenario in onore di San Sisto, patrono di Alife e della Dioce di Alife-Caiazzo ha guidato la comità locale su una riflessione: i carismi di ciascuno per l'edificazione della famiglia comune, luogo di amore, di sostegno, di attenzioni reciproche e responsabilità condivise. Così cresce la Città

1907
0

La festa di San Sisto I, papa e martire, domani vivrà il suo momento più intenso nella celebrazione della sera in Cattedrale con la suggestiva processione del busto del Santo verso la Cappella fuori le mura, nel luogo in cui secondo la tradizione sostarono le reliquie di San Sisto giugendo in città.

Alle 20.00, Mons. Orazio Francesco Piazza, Amministratore apostolico della Diocesi di Alife-Caiazzo presiederà la solenne Celebrazione cui prenderanno parte i sacerdoti della Diocesi, i fedeli alifani e i tanti che dai paesi limitrofi vivono una particolare devozione a San Sisto.

La città di Alife attende con particolare trepidazione questo momento che si caratterizza anche per la molteplicità delle espressioni popolari che appartengono alla festa. L’intronizzazione del Santo, il novenario, le canzoni antiche e più moderne; la tradizione culinaria; il gran concerto bandistico, le luminarie; i fuochi pirotecnici, fanno da cornice ad un contenuto di fondo che sostiene la festa stessa, e sono le meditazioni della messa vespertina, ogni anno legate ad un tema, ad una riflessione particolare, necessaria alla comunità, così come individuato dai Parroci negli anni.
L’edizione 2019 delle omelie serali, don Pasquale Rubino l’ha pensata sul tema della Comunità, arricchita, ad ogni tappa, del contributo dello stesso parroco o dei sacerdoti chiamati a meditare insieme ai fedeli.

“Ma voi, in parrocchia, vi sentite a casa?” è stata la domanda che ha posto don Giosy Cento la prima sera del novenario. Il sacerdote viterbese, noto cantautore, grande amico di don Pasquale Rubino, non solo ha aperto il tempo di riflessione pastorale che si protarrà fino a stasera con la messa e la novena, ma ad Alife ha voluto festeggiare anche il suo 50esimo anniversario di ordinazione sacerdotale. 
Le sue parole, sia nell’omelia che durante il concerto tenuto a fine serata in Piazza Vescovado, hanno provocato i fedeli alifani sulle parole responsabilità, passione e premura, testimonianza nella Chiesa, la prima famiglia.
Ha portato un esempio forte, don Giosy, per dire su quale amore cresce la Chiesa: quello della sua vocazione sacerdotale e cioè quello di preti “che scelgono di fare quello che ha fatto Gesù” quindi avere come figli l’intera umanità.
“È bello quando una persona incontra in prete e gli dice: ho incontrato te ma mi sono innamorato di Dio”: parole incisive da parte del sacerdote cantante che rispetto al Vangelo, nei suoi 50 anni di messa, ha preferito fare un passo indietro e lasciare che la Chiesa si edificasse sulla testimonianza sincera, per nulla autoreferenziale, e la preghiera insieme ai giovani in particolare. E San Sisto è il modello di chi ha scelto di fare come Gesù, lo stesso don Giosy lo ha ricordato, richiamanto il millenario amore del Santo per la città di Alife, sua protetta.

 Il programma della Festa, 10 e 11 agosto 
Dopo la messa di domani sera, sul sagrato della Cattedrale, appena il busto argenteo del Patrono usciràdalla Chiesa, l’accensione delle luminarie darà il via ai festeggiamenti; da lì si muoverà la processione accompagnata dalla folla, e una volta giunti alla Cappella fuori dall’antica cinta muraria cittadina, il Vescovo rivolgerà agli alifani e ai fedeli diocesani un saluto e un messaggio pastorale.
Il momento, che come sempre si prevede affollato, si concluderà con uno spettacolo di fuochi pirotecnici; poi per l’intera serata e la notte proseguiranno le visite dei fedeli al loro Santo. Alle 23.15 è prevista la celebrazione di una messa. Al mattino, sempre alla Cappella, ci saranno messe alle 6.30, 7.30, 8.30.

Alle 9.30 la processione porterà di nuovo il Patrono in Cattedrale, dove alle 10.30 Mons. Piazza presiederà il solenne Pontificale.
Alle 19.00 San Sisto visiterà la città di Alife: la processione si snoderà lungo le vie principali del centro urbano, poi al rientro in Chiesa sarà celebrata una Messa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here