Home Arte e Cultura Piedimonte Matese. Con Byblos nelle Giornate Europee del Patrimonio

Piedimonte Matese. Con Byblos nelle Giornate Europee del Patrimonio

Per le "Giornate Europee del Patrimonio" (21 e 22 settembre) l'associazione culturale Byblos organizza un percorso guidato nel centro storico di Piedimonte

459
0
Palazzo Ducale

Musei e luoghi italiani, che sono scrigni di cultura e arte, saranno protagonisti della prossima edizione delle Giornate Europee del Patrimonio, iniziativa promossa dal Ministero per i Beni e le Attività culturali la quale ha quest’anno come tema Un due tre… Arte! – Cultura e intrattenimento. Numerosi gli eventi organizzati da enti e associazioni, che si fanno promotrici di cultura attive in diverse città italiane e tra esse anche Piedimonte Matese.

Al patrimonio italiano sarà dedicato il prossimo fine settimana, sabato 21 e domenica 22 settembre, quando luoghi e siti culturali, statali e non, parteciperanno al Progetto. Alle visite guidate organizzate dall’associazione Cuore Sannita di Piedimonte, si affiancherà l’iniziativa curata dall’associazione culturale Byblos, la quale contribuisce da sempre alla crescita culturale del territorio cittadino, ponendo in essere eventi mirati alla difesa e alla valorizzazione delle sue “eccellenze”.

Da Sveva ad Aurora a Raimondo de Sangro. Tre secoli di visioni illuminate, questa la denominazione del percorso pensato da Byblos, per celebrare i principali fautori di una delle fasi più ricche della cultura piedimontese. Si tratta di Sveva Sanseverino, pronipote di San Tommaso d’Aquino, moglie di Giacomo II Gaetani Dell’Aquila, la quale diede un significativo impulso culturale ed artistico a Piedimonte Matese nel 1400; Aurora Sanseverino, mecenate, poetessa arcadica, moglie di Niccolò Gaetani d’Aragona, nonna di Raimondo de Sangro, protagonista illustre della cultura piedimontese tra la fine del Seicento e gli inizi del Settecento.

Il percorso illustrato partirà dalla chiesa di San Tommaso d’Aquino, voluta proprio da Sveva, fino alla Basilica di Santa Maria Maggiore, in cui è custodita tra l’altro la preziosa tela San Gennaro tra i leoni, che ebbe come possibile committente la poetessa arcadica Aurora. Dalla Basilica si procederà alla volta del Palazzo Ducale Gaetani dell’Aquila d’Aragona, occasione per attraversare il borgo di San Giovanni, suggestivo cuore pulsante della città, e i vicoli di monte Cila. Tappa finale il Convento Madonna delle Grazie, nel cui piccolo tempio, denominato della Immacolata Concezione, Aurora Sanseverino probabilmente fu sepolta.

Per prenotazioni e informazioni 3473742125 o byblosidee@libero.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.