Home Scuola VIDEO / Il Liceo Musicale Galilei ospita la Banda della Nato e...

VIDEO / Il Liceo Musicale Galilei ospita la Banda della Nato e lo spettacolo si rinnova

I musicisti della U.S. Naval Forces Europe Band si sono esibiti, per il terzo anno consecutivo, presso il Liceo matesino, presentando un repertorio prevalentemente composto da brani Jazz

585
1

Armando Pepe – È proprio vero che la musica ci regala giorno dopo giorno nuove emozioni. Anche lo scorso sabato, 19 ottobre, presso il Liceo Galilei di Piedimonte Matese si sono toccati attimi di pura emozione grazie a un concerto simpatico ed emozionante, tenuto dalla U.S. Naval Forces Europe Band, comunemente nota come “Banda della NATO“. È il terzo anno consecutivo che questa Banda viene al liceo Galilei e nel tempo lo spettacolo si rinnova, dato che infonde nel pubblico una carica di ottimismo, buonumore e gioia di vivere. I militari della NATO, tutti musicisti professionisti, sono stati accolti dagli alunni dell’indirizzo musicale del Liceo, i quali hanno eseguito gli Inni nazionali, italiano e statunitense, diretti con perizia dai professori e maestri Giovanni Covelli e Antonio Di Cerbo. La preside, Bernarda De Girolamo, ha ringraziato il pubblico, accorso numerosamente, e soprattutto gli speciali ospiti. Dopo la consegna dei diplomi di certificazione linguistica, si è esibita la banda della NATO con un repertorio prevalentemente improntato sulla musica Jazz.

Il pubblico presente, molto nutrito, ha apprezzato i brani della tradizione jazzistica, contraddistinta da armonie complesse e tempi velocissimi, tipici della jam session, nata negli USA nel secondo Dopoguerra. Sono state interpretate con brio e trasporto emotivo composizioni ideate dai “mostri sacri” del Jazz a stelle e strisce, quali Dizzy Gillespie, Charlie Parker e Thelonius Monk. Non è superfluo dire che questa musica conserva un fascino particolare, per l’inventiva, l’improvvisazione e la competenza che chi la esegue deve avere. Si è notata, e tanto apprezzata, la capacità di cogliere le disseminazioni, non solo musicali, ma anche etniche e culturali della nostra terra da parte dei musicisti della NATO che, pur essendo quasi tutti statunitensi, hanno saputo riplasmarne e aggiornare i suoni mantenendone intatta l’essenza.

Professionalità abbinata a simpatia, questa l’endiadi vincente, sensibilmente compresa e portata avanti dal frontman Robert Taylor, che ha cantato anche Tu vuò fa’ l’americano, in omaggio a Renato Carosone, creando un clima di reciproca empatia. Vari altri brani sono stati eseguiti, in un mix di competenza e leggerezza, e ogni musicista ha avuto modo di esprimere le proprie potenzialità. A dire il vero c’erano, nella Band, molti altri performers, tra cui il maestro Desiato, impostosi per proverbiale simpatia e notevole attitudine affabulatoria; Cristiana Rojas, cantante dalle doti eccezionali, la quale, nonostante presti servizio da poco tempo in Italia, ha interpretato, con intensità e pathos, Napul’è, di Pino Daniele, con il sentito coinvolgimento di tutti i presenti.

A fine concerto la dirigente De Girolamo, ringraziando il folto pubblico, ha voluto concludere l’evento, che si ripeterà anche il prossimo anno, ribadendo che “l’obiettivo del Liceo è quello di diffondere la cultura della pace, della fratellanza, dell’amicizia, in nome del quale in Campania è nato il Polo di licei musicali, di cui fa parte anche quello di Piedimonte”. A fare da collante la musica, che, come la Preside sottolinea icasticamente, “affratella i popoli”.

Video di Fernando Occhibove

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here