Home Chiesa e Diocesi Azione Cattolica, ancora un “sì” di speranza. Il rinnovo dell’adesione con il...

Azione Cattolica, ancora un “sì” di speranza. Il rinnovo dell’adesione con il Vescovo mons. Orazio Francesco Piazza

Ad Alvignano per il ritiro spirituale di Avvento e la benedizione delle tessere nella messa condivisa con la comunità locale e il parroco don Alessandro Occhibove

918
0
Pietro Chirico, presidente parrocchiale di Piana di Monte Veerna

Ha scelto la vigilia dell’Immacolata l’Azione Cattolica diocesana per vivere il momento comunitario del ritiro spirituale di Avvento e per benedire le tessere del nuovo anno associativo: una data che è speciale in AC, nella festa dedicata a Maria, quale madre che ne accompagna il cammino e ne indica lo stile…

La formazione
Nel pomeriggio di sabato, presso l’oratorio Kairós di Alvignano, giovani e adulti delle 14 parrocchie della Diocesi si sono ritrovati per la riflessione comune guidata dall’assistente spirituale don Pasquale Rubino e dal Presidente diocesano Cinzia Brandi. Vivere l’attesa vivendo il tempo che ci è donato, sanza rimandi ma con la partecipazione responsabile all’azione costruttiva di Dio: ai battezzati che compiono la scelta dell’Azione Cattolica è chiesto di essere uomini e donne di speranza e di azione, di impegno e di scelte tanto nella Chiesa quanto nella società civile.
Il momento formativo in Azione Cattolica è sempre un ritorno alle origini e al contempo una proiezione sul presente mai uguale a ciò che è già stato, e sul futuro che corrisponde alla capacità di leggere i segni dei tempi, i segni nei tempi e in essi di trovare risposte e restituirle al mondo “secondo” il Vangelo. Come vivere l’attesa della venuta del Signore? Non solo nella logica di un imminente Natale na in quella che ci vuole vigilanti e preparati ad ogni incontro con Gesù…

La Celebrazione con il Vescovo
Nel Santuario dell’Addolorata è proseguito il momento comunitario nella Celebrazione presieduta dal Vescovo Orazio Francesco Piazza che per il suo legame profondo con l’Azione Cattolica (anche come assistente spirituale regionale in passato) non ha fatto mancare alla riflessione parole di accompagnamento: “voi capite che siete speranza per gli altri come segno della presenza del Signore che da’ conslazione al cuore, che dà risposte alla vita degli uomini?”. Richiamando la bella preghiera del Magnificat nell’espressione grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente, il Vescovo ha invitato a custodire la gioia interiore e a riconoscersi quali segni delle grandi opere di Dio. “Per questo vi dico grazie, a nome del Signore, a nome della Chiesa… Lo dico ai soci, ai presidenti, agli assistenti: lo dico a tutti quelli che con questo impegno desiderano rinnovare la gioia della speranza”. Pensiero grato che si è esteso anche ai tanti di Azione Cattolica “non più tra noi, che ci hanno preceduto nell’incontro con Dio”.

Sul tema della gioia, della speranza e della fiducia tutta l’omelia del Pastore, nel richiamo alla liturgia e alla parola di Dio della festa dell’Immacolata concezione di Maria: “speranza del cristiano significa innanzitutto il senso della fiducia e dell’affidamento in Cristo, provvidenza della nostra vita, come ci viene spiegato nell’esperienza dell’annunciazione”.
Il Vescovo ha ricercato e sottolineato il modo di essere in questo tempo di attesa sul modello di Maria: gioia e fiducia; sguardo a colui che compie meraviglie e fiducia nel suo progetto. E richiamando nuovamente lo stile della giovane ragazza di Nazareth ha ricordato un aspetto della sua esperienza umana chiedendo di fare altrettanto: “Ciò che è impossibile agli uomini è possibile a Dio: “questa ragazza ci insegna a dire come Dio vuole, lascia fare a Dio…che la conduce su una strada che sempbra paradossale ma si realizza, e compie in lei la promessa della salvezza”.
Riferimenti cronologici che legano passato e presente attraverso le parole del Vescovo: la disponibilità di Maria e la sua esperienza umana non è distante da quella dell’uomo di oggi; il Pastore ha invitato a guardare le tante situazioni di gioia, di condivisione, di fraternità che permettono di cantare “grandi cose ha fatto in noi l’Onnipotente” e a farsene annunciatori imparando a riconoscere e a far riconoscere le “meraviglie che il Signore compie”.
Dopo l’omelia mon. Piazza ha benedetto le tessere dell’anno asscoiativo 2020 e le ha consegnate, con il presidente diocesano Cinzia Brandi, ai presidenti parrocchiali perchè siano distribuite tra i soci ragazzi, giovani e adulti.

Il mesasggio del Presidente Cinzia Brandi
Al termine della Celebrazione parole mirate, scelte, pesate da Cinzia Brandi per ringraziare il Vescovo della vicinanza e del sostegno paterno, ma anche per definire l’esperienza di Azione Cattolica nella Chiesa e in Diocesi: “noi speriamo veramente di essere umini e donne portatrici di gioia e speranza soprattutto per coloro che questa speranza non ce l’hanno più, per coloro che nei momenti di difficoltà non osano alzare lo sguardo verso la Mamma di tutti noi, per coloro che non hanno capito che quella Mamma è sempre lì ad indicarci che il Signore non ci abbandona e mai ci abbandonerà così come ci è stato premurasamente detto da lei e dai Pastori che l’hanno preceduta…”.
E poi il richiamo all’esperienza del servizio fedele alla Chiesa: “Siamo laici credenti e camminiamo accanto ai nostri Pastori nelle grandi e piccole realtà; non vogliamo camminare dietro di loro e sicuramente non davanti ma accanto ai nostri sacerdoti e assistenti”, indicando lo stile di chi dicendo sì in Azione Cattolica non può sottrarsi a sostenere l’annuncio del Vangelo.
Parole di speranza che scompongono la visione di un modo soltanto preda di dolore e fatica ma aprono ad una prospettiva che costruisce ripetutamente occasioni di dialo e ponti: “Il sì all’Azione Cattolica è per sempre nel cuore di chi lo ha pronunciato una volta, è la risposta al malessere del mondo che è solo sociale”, poi il richiamo a Papa Francesco e cioè di “non di guardare ai nostri 150 di storia come un peso come come una forza e una risorsa (…) mettendoci in in cammino e rimboccandoci le maniche, con tanta pazienza nella bisaccia del nostro viaggio…”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.