Home Arte e Cultura Piedimonte Matese. Tra Teologia ed Arte, un libro per raccontare il Presepe

Piedimonte Matese. Tra Teologia ed Arte, un libro per raccontare il Presepe

Il libro scritto da don Emilio Salvatore esce in concomitanza con la firma della Lettera apostolica di Papa Francesco sul Presepe e sarà presentato domenica prossima (15 dicembre) in Ave Gratia Plena; nella stessa occasione verrà inaugurato il Presepe a grandezza naturale

685
0
Particolare del presepe nel Santuario di Ave Gratia Plena

Alfonso Feola – Non poteva esserci momento più propizio, per la comunità parrocchiale di Ave Gratia Plena di Piedimonte Matese: la recente visita di Papa Francesco a Greccio e la firma della Lettera apostolica sul significato e sul valore del Presepe sembrano quasi un segno beneaugurante per l’evento che da qualche tempo va preparandosi. Domenica 15 dicembre alle 16.30, presso il Santuario mariano del capoluogo matesino, si terrà la conferenza di presentazione del volume Il Presepe, viaggio verso l’umano scritto da don Emilio Salvatore, parroco della Comunità di Vallata e dato alle stampe per la Teaternum Edizioni.

Il libro, un agile volume di quasi 150 pagine, ruota intorno ad una domanda “forte” dell’Autore, docente di Nuovo Testamento presso la PFTIM di Napoli: in questo squarcio di terzo millennio, vale ancora la pena parlare ed interessarsi del Presepe? Da tale interrogativo si dipana un affascinante percorso negli aspetti storici, artistici, teologici e culturali che da 2000 anni caratterizzano la più bella ed originale delle rappresentazioni della Nascita di Cristo, coinvolgendo nella narrazione anche l’esperienza umana ed artistica vissuta in alcune chiese del territorio matesino dal professore Marcellino Angelillo, noto cultore di tradizione presepiale.

Per un’opera simile, non potevano mancare nomi illustri, che si avvicenderanno nel corso dell’appuntamento di domenica prossima: dal professore Giorgio Agnisola, vice-direttore della Scuola di Arte e Teologia della Pontificia Facoltà teologica dell’Italia Meridionale di Napoli, alla professoressa Giuliana Albano, coordinatrice della Scuola medesima, passando per lo stesso professore Marcellino Angelillo ed il cantante napoletano Gianni Aversano, che animerà l’incontro con una serie di brani tratti dalla tradizione popolare partenopea; al termine, si terrà la cerimonia con cui verrà inaugurato l’accresciuto Presepe monumentale a grandezza naturale, iniziativa avviata dallo stesso don Emilio nel Natale 2015 e portata avanti, anno dopo anno, grazie alla generosità dei fedeli.

Il libro sarà presentato anche il 20 dicembre a Napoli, presso la sala della Biblioteca francescana del Monastero di Santa Chiara: maggiori informazioni sono disponibili sul sito della Comunità parrocchiale di Ave Gratia Plena.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.