Home Territorio CAI Piedimonte Matese. Pronto il calendario 2020: escursioni e formazione continua

CAI Piedimonte Matese. Pronto il calendario 2020: escursioni e formazione continua

Escursioni, uscite di alpinismo e momenti di approfondimento culturale e formativo nel calendario 2020 proposto dal CAI di Piedimonte Matese

1039
0
Foto Facebook

Si prospetta un 2020 intenso per gli appassionati della montagna, grazie al programma di attività ricco e, per certi versi inedito, proposto dal Club Alpino Italiano sezione di Piedimonte Matese. Itinerari escursionistici e uscite di alpinismo invernale, che avranno come scenario le cime del Matese, ma non solo. “Un nuovo escursionismo, ai nuovi
modelli di arrampicata sempre più tecnico-culturale per dare sempre di più un’impronta corretta della frequentazione dell’ambiente montano”, è l’obiettivo che il CAI si prefigge, come afferma il presidente Franco Panella, nell’introduzione al calendario delle attività previste per questo nuovo anno. (Scarica il calendario)

Non solo pratica, dunque, ma anche momenti di approfondimento culturale e formativo, possibile anche grazie al contributo della Scuola di Alpinismo “Bel Sud”, che mirano a fornire ad appassionati e dilettanti le competenze necessarie per avventurarsi attraverso i sentieri di montagna. “I sentieri rappresentano un importante valore per il nostro territorio, oltre che un mezzo fondamentale per accogliere un turismo lento e promuovere una frequentazione sostenibile delle nostre montagne. Il Club Alpino Italiano si impegna attivamente, attraverso il lavoro dei suoi volontari, per la tutela e la conservazione di questo grande patrimonio culturale”: Antonio Del Giudice, vicepresidente del CAI, sottolinea la preziosità di itinerari che vanno opportunamente conosciuti e successivamente praticati con circospezione, ma anche con tanto entusiasmo.
Uno spazio importante verrà riservato al tema della cura e della valorizzazione dei sentieri montani, di cui lo stesso Del Giudice è referente, mediante una serata informativa e uscite operative finalizzate alla segnatura, al rilievo topografico e al ripristino della percorribilità. Maggiore conoscenza, dunque, per attraversare montagne, più o meno impervie, con maggiore consapevolezza e sicurezza, ma soprattutto accompagnati dalla volontà di “avere il coraggio di sorprenderci per l’odore del terreno di un bosco bagnato dalla pioggia, per un raggio di luce che filtra tra gli il folto degli alberi in piena estate, per una nevicata improvvisa che ti ricopre il cappuccio della giacca di un velo bianco che
scivola giù sul viso mentre cammini e tutto intorno è silenzio”, come sottolinea Ugo Iannitti, già presidente CAI.
Per il mese di gennaio gli appuntamenti in calendario sono i seguenti: domenica 12: escursione da Piedimonte Matese al Monte Cila (677 m) e ritorno per il convento di Santa Maria Occorrevole; domenica 19: da Roccamonfina alle Ciampate del Diavolo (292 m) tra l’attività esplosiva del vulcano; domenica 26: Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, escursione al Monte Cervati (1899 m).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.