Home Territorio Coldiretti / Caiazzo. La Fattoria Della Rocca finalista agli Oscar Green

Coldiretti / Caiazzo. La Fattoria Della Rocca finalista agli Oscar Green

La Fattoria Della Rocca di Caiazzo è risultata tra le prime 18 aziende italiane finaliste agli Oscar Green 2019 di Coldiretti

406
0

La Fattoria Della Rocca di Caiazzo ottiene un riconoscimento più che meritato: l’Azienda agricola, dei fratelli Antonio e Mauro, è tra le finaliste al Concorso Nazionale di Coldiretti. A garantire questo significativo traguardo è la “sostenibilità con il suo omogeneizzato per neonati a basso colesterolo e senza conservanti a base di carne marchigiana Igp e olio extravergine di varietà Caiazzana”.
L’Azienda caiatina, che si trova nella frazione di San Giovanni e Paolo, rientra tra le prime 18, su 1500, aziende nazionali che si sono distinte per il loro lavoro portato avanti seguendo i criteri di sostenibilità, genuinità e originalità, nel contesto degli Oscar Green 2019, la cui finale si è svolta venerdì scorso, 17 gennaio, a Roma, presso Palazzo Rospigliosi, sede di Coldiretti.

“L’idea è nata quando sono nati i nostri figli ed abbiano pensato di dare da mangiare loro un cibo di qualità sin dai primi mesi, da qui la nascita di un omogeneizzato di eccellenza con le carni marchigiane IGP che alleviamo nella nostra azienda, con la sola aggiunta di olio extravergine d’oliva di varietà Caiazzana”, è quanto affermano i fratelli titolari della Fattoria. Il successo tributato alla loro azienda è la diretta conseguenza dell’utilizzo di prodotti, quali la carne marchigiana e l’olio extravergine, che rendono le loro produzioni salutari e genuini innanzitutto per i bambini. Antonio e Mauro proseguono, con onestà e professionalità, l’opera iniziata da nonno Antonio e poi papà Franco, l’allevamento della carne bovina marchigiana tipica dell’Appennino centrale.

Emozione e gratificazione nelle parole dei Della Rocca, durante la cerimonia di premiazione, che ha avuto come madrina Monica Marangoni, giornalista e conduttrice televisiva, e come ospiti Giuseppe Miselli, direttore di Coldiretti Caserta; Claudia Sorbo, delegata regionale di Coldiretti Giovani Impresa Campania; Veronica Barbati, delegata nazionale Coldiretti Giovani Impresa; il vicepresidente nazionale di Coldiretti e presidente regionale Gennarino Masiello; il direttore di Coldiretti Campania Salvatore Loffreda; i delegati provinciali Rino Corbo, Domenico Sabatino ed Ida Corrado; i direttori provinciali di Benevento e Salerno, Gerardo Dell’Orto ed Enzo Tropiano; la segretaria regionale di Coldiretti Giovani Impresa, Maria Tortoriello insieme ai segretari provinciali, Bianca Dionisi, Ernesto Nisio e Daniela Colombo. Al prestigioso parterre si è aggiunto anche il presidente della Fondazione Univerde, Alfonso Pecoraro Scanio, e non è mancato il plauso ai due allevatori caiatini da parte di Manuel Lombardi, presidente di Coldiretti Caserta.

Oggi, Antonio e Mauro per l’allevamento dei bovini si servono esclusivamente di foraggi e cereali biologici, “scelti e cerificati OGM-FREE autoprodotti su terreni aziendali”, poiché il loro obiettivo principale è “la crescita sana dei bambini e dei nostri clienti tutti“.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.