Home Territorio VIDEO. Ospedale Piedimonte Matese. Una struttura sanitaria da potenziare

VIDEO. Ospedale Piedimonte Matese. Una struttura sanitaria da potenziare

Riorganizzare l'assistenza sanitaria e trasformare la Struttura in DEA di Primo Livello i principali obiettivi messi a fuoco nella "Conferenza dei Servizi per le cure primarie dell'area matesina"

963
0

L’Ospedale Civile di Piedimonte Matese non solo una struttura, ma “territorio”. Questa la tesi da cui si è snodata la Conferenza dei Servizi per le cure primarie dell’area matesina, svoltasi presso la Sala Consiliare del Comune di Piedimonte Matese. Nel corso del dibattito si è venuta a delineare un’immagine completa del servizio che l’Ospedale “Ave Gratia Plena” offre ai vari comuni del comprensorio altocasertano e matesino. I relatori hanno ribadito la necessità di un potenziamento della Struttura ospedaliera, data la complessità geografica del territorio, e in particolare dei paesi altomatesini, che, a causa della distanza e di collegamenti difficili, risultano più disagiati rispetto agli altri, e tenendo conto di un fenomeno di invecchiamento piuttosto rapido in queste zone.

La Conferenza è stata presenziata da Luigi Di Lorenzo, primo cittadino di Piedimonte; dal dottor Ferdinando Russo, direttore generale ASL Caserta; il dottor Emilio Filetti, direttore responsabile del Distretto Sanitario n. 15 di Piedimonte Matese; i direttori Perri e Colaccio; l’Assessore regionale al Lavoro e Risorse umane Sonia Palmeri, il consigliere regionale e presidente VII Commissione Gennaro Oliviero; i consiglieri provinciali Gianluigi Santillo e Vincenzo Golini. All’incontro hanno partecipato anche diverse associazioni attive nella salvaguardia dei diritti umani e nella valorizzazione del territorio, come Cittadinanzattiva Matese, Rete Tribunale per i Diritti del Malato, Associazione Volontari G. Gaglione, AVO Associazione Volontari Ospedalieri, Associazione Oltre il Ponte, Legambiente, Caritas Diocesana, Garante dell’Infanzia del Comune di Piedimonte Matese, l’Associazione Amici di Pericle, l’Associazione Familiari Disagiati Psichici e l’Associazione Diversamente Abili.Ospedale-Civile-Piedimonte-Matese

A fronte di dati tecnici e numerici, che attestano il ruolo di primaria necessità svolto dal Presidio matesino, il dottor Russo ha posto attenzione su una fase molto significativa ossia l’uscita dal commissariamento, fase che ne dischiude inevitabilmente un’altra: il riassetto dell’assistenza sanitaria, come stabilito dai vertici della Regione Campania. La necessità di una Unità di Medicina di Base e di Unità per le Cure Primarie, nonché la trasformazione del Nosocomio in struttura DEA di Primo Livello, ribadita anche dall’assessore Palmeri, sono le principali esigenze a cui si rivolge anche l’attenzione della Politica regionale e locale, che riconosce all’Ospedale di Piedimonte meriti evidenti innanzitutto nella professionalità, nella competenza e nell’impegno dimostrato ogni giorno dal suo team sanitario, parasanitario e assistenziale.

Guarda il video della Conferenza a cura di Fernando Occhibove

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.