Home Territorio Ambito Sociale C4. Mancati assegni di cura ai disabili, incontro in Prefettura

Ambito Sociale C4. Mancati assegni di cura ai disabili, incontro in Prefettura

Fissato per domani, 3 marzo, il tavolo di lavoro presso la Prefettura di Caserta per discutere della mancata assegnazione del contributo alle famiglie con disabili

1188
0

Si terrà domani, martedì 3 marzo, presso gli uffici della Prefettura di Caserta, l’incontro sulla mancata erogazione degli assegni di cura alle famiglie di persone disabili residenti nei comuni dell’Ambito Sociale C4 (Ailano, Alife, Alvignano, Baia e Latina, Caiazzo, Capriati a Volturno, Castel Campagnano, Castel di Sasso, Castello del Matese, Ciorlano, Dragoni, Fontegreca, Formicola, Gallo Matese, Gioia Sannitica, Letino, Liberi, Piana di Monte Verna, Piedimonte Matese, Pietramelara, Pontelatone, Prata Sannita, Pratella, Raviscanina, Riardo, Roccaromana, Ruviano, San Gregorio Matese, San Potito Sannitico, Sant’Angelo d’Alife, Valle Agricola).

Quello di domani è un appuntamento molto atteso, che arriva dopo settimane, anzi mesi, di dibattiti e polemiche, che hanno spinto il Garante per i disabili della Regione Campania, Paolo Colombo, a chiedere il confronto a cui prenderanno parte Lucia Fortini, assessore regionali alle Politiche sociali; Luigi Di Lorenzo, sindaco di Piedimonte Matese, comune capofila dell’Ambito, e l’Organo straordinario di liquidazione (OSL) del Comune essendo l’Ente in dissesto finanziario dal gennaio del 2019.

All’origine della questione…
L’assegnazione del contributo spetta al Comune di Piedimonte o all’OSL? Da qui nasce il problema, dal momento che i fondi sono nella disponiblità dell’Ente guidato dal dottor Di Lorenzo, ma mai concesso alle famiglie destinatarie. Secondo quanto dichiarato dal Primo Cittadino, spetterebbe all’Organo straordinario di liquidazione la concessione dell’assegno ai disabili relativo alle annualità precedenti, visto che il Comune si trova in dissesto finanziario. Su esortazione del prefetto Raffaele Ruberto, a presenziare l’incontro di domani, oltre al sindaco Di Lorenzo, anche i suoi colleghi delle 31 amministrazioni afferenti all’Ambito C4.

Daniele Romano

Cosa si attendono le famiglie interessate?
“Mi auguro che il comune di Piedimonte trasferisca il denaro alla Commissione straordinaria liquidatrice in tempi rapidi”, è quanto si auspica Daniele Romano, presidente Fish Campania, associazione coinvolta in primis nella problematica, a supporto delle tante famiglie interessate. Sono 49 i nuclei familiari che attendono l’assegno, “ormai da più di un anno”, incalza Romano, e queste famiglie meritano una risposta celere, anche perché la somma, secondo quanto afferma il presidente Romano, è pienamente disponibile da parte dell’Ente piedimontese, dall’agosto del 2019. La Fish si dice fermamente intenzionata a “procedere per vie legali“, qualora il sostengo non venga devoluto ai rispettivi beneficiari. 

IL SERVIZIO DEL TGR CHE ANNUNCIA L’INCONTRO IN PREFETTURA

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.