Home Primo Piano Piedimonte Matese. Qual è la tua proposta per la città?

Piedimonte Matese. Qual è la tua proposta per la città?

Sono quattro i Patti di Collaborazione già siglati, in base all'iniziativa degli Amici di Pericle condivisa dall'Amministrazione Di Lorenzo. Per proporre il proprio Patto basta seguire la procedura indicata nell'articolo

947
0
Patti non parole!”: è proprio il caso di dirlo! I Patti di Collaborazione per la realizzazione del Bene Comune, nati da un’idea sposata dall’associazione Amici di Pericle e dall’Amministrazione comunale di Piedimonte Matese, guidata da Luigi Di Lorenzo, ora sono realtà. Dopo il completamento del sito web per l’Amministrazione Condivisa dei Beni Comuni, annunciato alcuni mesi fa, la “macchina operativa” piedimontese si è messa in movimento. Al primo Patto, grazie al quale il sito web ha preso corpo (30 luglio 2019), altre proposte si sono aggiunte, tutte esclusivamente finalizzate a fare il bene a sé stessi e a tutta la comunità.

Grazie ai concessionari dei loculi della Cappella gentilizia appartenente alla Congregazione del SS. Sacramento dei Nobili, rappresentati da Salvatore Rossi, è stato possibile riqualificare la Cappella, restituendo decoro ai suoi spazi, usurati dal tempo e dalla scarsa manutenzione. Le proposte collaborative, a vantaggio di luoghi e monumenti simbolo della cultura e della tradizione piedimontese non si esauriscono qui. Un altro importante contributo, infatti, è provenuto da Giacomo Cusano, il quale ha dato la sua piena disponibilità nell’attività di pulitura degli spazi limitrofi alla chiesa di San Marcellino, dall’eliminazione della vegetazione selvaggia alla rimozione di rifiuti abbandonati, dalla manutenzione della piazza antistante la chiesa a quella della scala adiacente.

A queste iniziative segue la proposta della concittadina Daniela Mastrolorenzo, studiosa appassionata ed esperta di Genealogia e documenti antichi, siglata lo scorso 6 febbraio presso la biblioteca Aurora Sanseverino di Piedimonte Matese, che prevede la realizzazione di un indice automatizzato dei documenti conservati nei registri di stato civile del Comune di Piedimonte Matese e del tomo denominato “Catasto Onciario” conservato presso la biblioteca comunale, grazie a cui agli studiosi viene garantito un accesso e una consultazione più rapidi delle fonti.

Quelli che abbiamo menzionato sono solo i primi segni di una ferma volontà di partecipazione civica, espressione di una sensibilità diffusa tra la popolazione piedimontese, che sta cominciando a dare i suoi frutti attraverso gesti di amore per la propria città e il patrimonio che essa custodisce. È proprio in virtù di spinte simili che una comunità può “risvegliarsi” e regalarsi nuove occasioni di crescita, fungendo anche da esempio per le altre.

Per inviare una proposta di collaborazione occorre scaricare il modulo, compilarlo e consegnarlo all’Ufficio per l’Amministrazione Condivisa, oppure inviarlo all’indirizzo benicomuni@comune.piedimonte-matese.ce.it. Per ulteriori informazioni, l’Ufficio, ubicato presso la Biblioteca Comunale di Piedimonte, è aperto dal lunedì al venerdì – dalle 9.00 alle 13.00 – martedì e giovedì dalle 14.00 alle 17.00. Contatto telefonico: 0823-543116. In alternativa, è possibile rivolgersi direttamente a Marialaura Leonetti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.