Home Chiesa e Diocesi “Care famiglie, facciamo emergere il meglio di noi”: il messaggio odierno del...

“Care famiglie, facciamo emergere il meglio di noi”: il messaggio odierno del vescovo Orazio Francesco Piazza

Continua l'incontro, seppur virtuale tra il vescovo Mons. Piazza e il territorio: messaggi ai docenti, agli studenti, ai disabili, ai sindaci, alle forze dell'ordine, oggi alle famiglie. Seppur la curva dell'epidemia da coronavirus da due giorni mostra un certo calo, il Pastore invita ancora ad un atteggiamento pridente e paziente

418
0

“Care famiglie all’inizio di questa settimana ancora un pensiero per tutti voi: papà, mamme, figli, giovani, bambini, anziani, ammalati se ne avete in casa. Un incoraggiamento fortissimo che parte dal cuore”. Mons. Orazio Francesco Piazza saluta così le famiglie delle diocesi di Sessa Aurunca e di Alife-Caiazzo.

Incoraggiamento il suo a vivere questo tempo forzatamente in casa, come l’occasione per rigenerare “novità di vita soprattutto in famiglia”.
“Guardiamo con fiducia verso il futuro, e concretamene la vita che conduciamo con chi ci sta accanto: affrontiamo le difficoltà con lo spirito di chi vive una possibilità di grazia”.
È l’occasione, questa diversa vita in famiglia per “fare emergere il meglio di noi”; “È una grande opportunità per il nostro cuore e la nostra vita per rigenerare le relazioni tra di noi e rinfocolare quegli aspetti che appaiono scontati tutti i giorni”.

Lo sguardo del Pastore, sulla quotidianità che si vive nelle case, non senza tener conto della fatica della relazione e del dialogo, si traduce in un invito in cui citando il discepolo amato Giovanni, dice: “Amatevi con i fatti”.
Poi un richiamo alla cronaca, ai numeri, all’attualità: “Resistiamo ed insistiamo in questo impegno (di isolamento, ndr); “questa, per noi al Sud è una settimana molto importante. Non abbassiamo al guardia”.
E in ultimo un richiamo ai messaggi il nostro sentiero quaresimale in cui ogni mattina il Vescovo lascia un pensiero spirituale: l’immagine del cuore da strizzare come una spugna per purificarlo, sotto l’acqua pura, delle scorie che l’appesantiscono, è l’impegno donato a tutti, in preparazione alla Pasqua.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.