Home Attualità Coronavirus nel Matese, in Campania e in Italia. Facciamo il punto

Coronavirus nel Matese, in Campania e in Italia. Facciamo il punto

Il primo caso ad Alife che si aggiunge a quelli di Raviscanina, Caiazzo, Alvignano, Piedimonte Matese. In Campania il governatore De Luca, pur contando sul calo dei contagi, raccomanda severi controlli alle Autorità preposte in occasione delle festività pasquali. In tutta Italia i numeri sul Coronavirus fanno sperare in un allontanamento del picco epidemico

1073
0

 NEL MATESE 
Ieri pomeriggio nel Matese, la notizia di un nuovo caso di positività al Covid-19.
È accaduto ad Alife dove dapprima il tam tam tra la popolazione e poi il videomessaggio del sindaco Maria Luisa Di Tommaso hanno destato non poca preoccupazione tra i residenti. Si tratta di un positivo asintomatico scoperto casualmente grazie ai controlli effettuati sul luogo di lavoro della persona affetta: il Primo cittadino ha rassicurato tutti spiegando che adesso l’intera famiglia è sottoposta a rigida quarantena e che l’Asl sta monitorandop la situazione tenendo a sua volta informata l’Amministrazione comunale (guarda il video).

Il caso di Alife si aggiunge agli altri 3 accertati nel comune di Raviscanina dove una famiglia, con lievi sintomi, è in quarantena già da dieci giiorni circa; all’unico caso accertato ad Alvignano dove tuttavia la persona affetta da virus era assente in paese da oltre un mese (per ricovero in struttura sanitaria fuori regione) prima che il tampone desse esito positivo; ai tre casi di Caiazzo (di cui uno non residente da due mesi in città e un altro accertato sul posto ma cittadino di altro comune); dell’unico caso accertato a Piedimonte Matese. 

 IN PROVINCIA DI CASERTA 
In provincia di Caserta, il dato aggiornato alle 13.30 della giornata di ieri (10 aprile) rivela un totale di 254 casi positivi, un totale di 32 deceduti fino ad ora e 73 pazienti guariti.
Numeri che confortano e rivelano, come su scala nazionale, un lieve contenimento del Coronavirus. I centri con maggiori contagi restano al momento le Città di Caserta con 16 casi e di Santa Maria Capua Vetere con 14 casi positivi (dati Asl Caserta).

 IN CAMPANIA 
In Campania, il dato che include anche quelli sopra citati, rivela numeri ugualmente confortanti, seppur l’invito severo resta quello di non abbassare la guardia rispetto ad ogni forma di prevenzione e tutela della salute pubblica.
I dati, aggiornati dalla Protezione Civile alle 22.00 della giornata di ieri hanno evidenziano 75 casi positivi su 2.036 tamponi effettuati, per un totale di 3.517 positivi Covid19 sui 33.781 test effettuati fino ad oggi. Sale il numero dei contagiati di sole 75 unità rispetto al giorno precedente (9 aprile) confermando la provincia di Napoli (con maggiore densità demografica) quella più colpita, mentre quella di Benevento, si attesta per essere la provincia con minori casi.
Si intensificano in queste ore i controlli sulle strade per evitare spostamenti non giustificati: il 9 aprile un nuovo “richiamo” alle regole da parte del Presidente della Regioen Campania Vincenzo De Luca, ha ricordato non solo le restrizioni imposte fino ad ora ai cittadini e a quelli che per comprovati motivi urgenti potrebbero rientrare in Campania, ma anche raccomandato agli Enti e alle Autorità preposte di controllare con scrupolosità, fino al 13 aprile, caselli autostradali, stazioni ferroviarie, porti ed aeroporti (scarica il documento).

 In Italia 
I numeri che arrivano dai territori e che tramite l’unità di crisi della Protezione civile regionale confluiscono nel database nazionale, confermano la curvatura discendente dei casi positivi. Alle 18.00 di ieiri 10 aprile, risultavano 98.273 casi di positività. Sono 28.242 gli italiani ricoverati con sintomi (-0,6%); 3.497 i ricoverati in terapia intensiva (-3,0%); 30.455 i dimessi guariti (+7,0%).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.