Home Chiesa e Diocesi Da oggi si ritorna insieme a Messa. Scarica il vademecum

Da oggi si ritorna insieme a Messa. Scarica il vademecum

627
0

A partire da oggi si torna a celebrare le messe con la presenza del popolo. Ma “gradualmente” come ha spiegato anche il vescovo Mons. Orazio Francesco Piazza nel Decreto pubblicato sabato (scarica), per consentire ai parroci di organizzare al meglio l’accoglienza dei fedeli secondo le norme a garanzia della salute pubblica come concordato tra il Governo e la Conferenza Episcopale Italiana.
È una data, quella di oggi, che segna la lenta ripresa di numerose attività commerciali e lavorative, ma si pone anche come spartiacque tra un prima, fatto di regole obbligate, e un dopo di regole assunte come scelte consapevoli ma anche difese e promosse.

Si torna ad essere “comunità”, e la bellezza di questo momento riguarda la Chiesa ma anche i contesti civili; si torna a guardarsi negli occhi e – in questo caso – a cercare con più insistenza gli sguardi…

 Diocesi in “fase due” 
Nella Diocesi di Alife-Caiazzo a partire da questa settimana verranno calendarizzate le messe e gli orari per le confessioni; verranno installati nelle chiese i dispositivi per igienizzare le mani e verranno individuati i posti a sedere secondo la capienza massima di persone che ogni edificio sacro potrà contenere.
Resta alto l’appello alla responsabilità che significa rispetto per la vita, che per il credente è soprattutto corrispondenza tra vita e Vangelo; è dare concretezza a quel “ama il prossimo tuo come te stesso”.

Sarà tutto un po’ nuovo e diverso entrando nelle nostre chiese; non dovrà distrarci ciò che si è aggiunto al contesto o ciò che vi è stato sottratto: sarà un tempo di essenzialità, il tempo di tenere lo sguardo fisso sulla parola di Dio (quella non cambia!) e sulla richiesta quotidiana di essere pane, salute, conforto, sostegno per i fratelli; di essere onostà, trasparenza, legalità per i fratelli e la società civile; di essere preghiera, ascolto, servizio, dono per la comunità dei credenti di cui si fa parte. È il tempo di una nuova operatività, rafforzata dalla maturazione avvenuta in questi mesi (è avvenuta?) che nessuno si salva da solo, ma non solo in tempo di Coronavirus.

 Le disposizioni per entrare in Chiesa 
Prima di entrare nelle Chiese della Diocesi, i fedeli troveranno un vademecum (guarda la foto in basso) in cui sono riassunte le regola da rispettare prima e durante la messa; ma anche le modalità per accedere alla sagrestia e per confessarsi, così come per continuare ad esprimere la generosità con il dono di un offerta: non ci saranno i cestini tra i banchi, ma resta la responsabilità comune di sostenere la casa-parrocchia e quindi i suoi servizi, deponendo nelle apposite cassette il proprio dono.
Possibili anche le messe all’aperto, ma nel totale rispetto delle norme di sicurezza così come i parroci in accordo con le autorità civili di ogni paese, disporranno al meglio.

Sarà cura delle Parrocchie aggiornare in tempo reale i fedeli sulla riapertura delle chiese e sugli orari delle celebrazioni. 
Anche noi cercheremo di tenervi informati; ma l’invito resta quello di rimanere connessi con le pagine facebook e i siti parrocchiali e farsi portavoce tra amici, parenti, soprattutto gli anziani…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.