Home Territorio Piedimonte Matese. Palazzo ducale, dai cittadini le iniziative di recupero architettonico e...

Piedimonte Matese. Palazzo ducale, dai cittadini le iniziative di recupero architettonico e ambientale

L'antica dimora della famiglia Gaetani D'Aragona candidata nuovamente a "I luoghi del cuore" del FAI e ripulita da rifiuti ed erbacce nell'iniziativa "verde" del gruppo civico "Recuperiamo Palazzo ducale"

1002
1

E si torna a parlare di Palazzo Ducale, o meglio, si torna “a fare” per Palazzo Ducale, l’antica dimora dei Conti Gaetani D’Aragona, crocevia di cultura e storia nel cuore del centro storico di Piedimonte Matese dalla fine del 1300 ai primi del 1800, luogo di artisti e letterati, poeti e musicisti che da Napoli trovavano nella location matesina accoglienza e ispirazione.

Sono due le novità degli ultimi giorni: la nuova candidatura del Palazzo a I luoghi del Cuore del FAI e la giornata ambientalista per ripulirlo di erbacce promossa per domenica 14 giugno. In cabina di regia, ancora una volta il comitato civico Recuperiamo Palazzo Ducale, nato nel 2016 con l’intento di catalizzare intorno alla dimora cittadina l’attenzione della politica locale e non solo, per restituire alla collettività un bene culturale di gran pregio e di memoria artistica senza precedenti sul territorio.
Impasse burocratiche, inadempienze politiche per un patrimonio di inestimabile valore come questo, ma anche la divisione della proprietà dell’immobile, sono tra le cause che oggi ne frenano il recupero e la rinascita.
È venuta dal basso la proposta concreta di dare una mano, di suscitare senso critico e senso del dovere, di sollevare la coltre di indifferenza e inerzia che ormai da decenni tiene in ombra questo bene, il suo cortile, il suo teatro, le sue sale…
Numerose le iniziative che hanno puntato i riflettori sul Palazzo, ma non abbastanza per risollevare il gigante dal suo pessimo stato di salute.

Al’indomani della costituzione del comitato Recuperiamo Palazzo Ducale, i membri del gruppo (nato dapprima su facebook) lo candidavano a I Luoghi del Cuore del Fondo Ambiente Italiano che in base ai voti ottenuti tramite un click su internet, stila annualmente la graduatoria di beni ammissibili ad un finanziamento per il recupero di una parte di essi. In quella occasione l’antico edificio di Piedimonte Matese si piazzava al 19° posto della classifica nazionale con 14.472 voti risultando tra i luoghi più votati in provincia di Caserta.
Occasione che movimentò i cittadini, ma che oggi si rilancia per tentare nuovamente di accendere una luce sul Palazzo (per il quale si attende a breve il rifacimento della copertura al fine di tutelare gli interni dalle infiltrazioni e dal pericolo di crollo dello stesso).
Sul sito del Fai è possibile cercare la voce “Palazzo ducale Piedimonte Matese” in corsa insieme ad altri migliaia di siti  candidati a questa X edizione de I luoghi del cuore e votare (CLICCA QUI PER ACCEDERE) partecipando a questa grande gara di civiltà.

E sempre in segno di civiltà e a tutela della storia e del futuro di questo luogo, che il gruppo Recuperiamo Palazzo Ducale ha organizzato per domenica 14 giugno “Puliamo insieme”, una sorta di manutenzione straordinaria degli spazi che lo circondano: per quanti volessero partecipare, l’appuntamento è domenica alle 10.00 in via San Marcellino, 9, purchè muniti di mascherina e guanti (nel totale rispetto delle misure anticontagio da Coronavirus).

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.