Home Arte e Cultura Rai Cinema sceglie il Matese per “Il ladro di cardellini”

Rai Cinema sceglie il Matese per “Il ladro di cardellini”

Il Matese è la location scelta come cornice scenografica del film, insieme alla Ponticelli antica. Il film è prodotto in collaborazione con Rai Cinema, Mibact e Regione Campania

2898
0

Si è tenuta ieri sera, 7 luglio, presso la Fondazione Quartieri Spagnoli onlus di Napoli la prima nazionale de “Il ladro di cardellini“. Il film è prodotto in collaborazione con Rai Cinema, il Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo e la Regione Campania.
Una simpatica commedia, con la regia di Carlo Luglio, e con un cast di attori noti del panorama cinematografico non solo italiano: Nando Paone, Ernesto Mahieux, Gigi De Luca, Viviana Cangiano, Lino Musella, Alan De Luca, Tonino Taiuti, Giovanni Ludeno, Yuliya Mayarchuk, Pino Mauro.

Il Matese rappresenta la location scelta per la scenografia del film, insieme alla Ponticelli antica. Molte sono le scene che gli autori hanno pensato di girare tra i boschi matesini, caratterizzati da un paesaggio naturalistico ricco sia dal punto di vista faunistico che floristico, la cornice perfetta per la storia del film.

“Il ladro di cardellini”: la trama
Un gruppetto affiatato e stravagante di bracconieri di uccellini per uso domestico è animato dalla comune e febbrile passione per i cardellini e i colombi viaggiatori. La loro vita, che si svolge ai limiti della legalità, è scandita da piccole insidie quotidiane, rischiose e a tratti poetiche “parate di rete” in aperta campagna per catturare uccelli all’alba, il mercato clandestino domenicale dove si smerciano i volatili catturati, il magazzino-ritrovo dove sono ammassati gli oggetti più svariati che funge da quartier generale del gruppo – service – che organizza “sfilate” di colombi per allettare comunioni e matrimoni.
Quest’atmosfera di sospensione tipica di chi vive in eterna attesa sembra diradarsi quando, in seguito all’ennesimo duro colpo inferto dai blitz della forestale alla loro condizione economica già precaria, il gruppo dei bracconieri matura la decisione di realizzare il colpo del secolo e inizia a pianificare scientificamente la sua esecuzione: la cattura di rarissimi cardellini bianchi, di grande valore commerciale. (Da napoliclick.it)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.