Home Chiesa e Diocesi Madonna del Rosario. Papa Francesco, “prendere in mano il Rosario ogni giorno,...

Madonna del Rosario. Papa Francesco, “prendere in mano il Rosario ogni giorno, in questo tempo di pandemia”

Il culto dedicato alla Madonna del Rosario unisce il popolo cristiano e mai come oggi, "è una guida sicura sul cammino verso il Signore", così Papa Francesco

803
0

La Chiesa Cattolica oggi, 7 ottobre, ricorda la Beata Maria Vergine del Rosario, una devozione che storicamente risale alla vittoria dei Cristiani contro i Turchi avvenuta a Lepanto nel 1571. Fu Pio V a istituire la festa sotto il titolo di Santa Maria della Vittoria e solo due anni dopo Gregorio XIII la mutò in festa del Santo Rosario. La fede nella Madonna del Rosario è molto radicata in Campania e ha come centro di riferimento cultuale Pompei, sede del Santuario mariano, diventato in poco più di un secolo luogo simbolo della devozione al Rosario e tutto a cominciare dalla conversione di Bartolo Longo, un avvocato pugliese, proclamato Beato nel 1980. E al Beato Bartolo Longo si deve il testo della Supplica intitolata L’Ora del Mondo, che rappresenta un vero e proprio richiamo per fedeli di ogni parte del mondo legati dal culto in onore della Vergine del Rosario. (Leggi qui)

Il quadro raffigurante la Madonna del Rosario, Santuario di Pompei

“Una preghiera corale, che contiene in sé le domande e le richieste degli uomini e
delle donne di ogni tempo” quella rivolta alla Madonna del Rosario, così mons. Tommaso Caputo, arcivescovo prelato di Pompei, in occasione della celebrazione di domenica scorsa, che si è tenuta sul Sagrato del Santuario e presieduta dal cardinale Fernando Filoni, Gran Maestro dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme.

È una preghiera che unisce, lo ha fatto nel difficile periodo del lockdown, e continua a farlo, come ha suggerito anche Papa Francesco durante l’Udienza svoltasi questa mattina nell’Aula Paolo VI questa mattina per la prima volta dopo la pausa del lockdown. “Anche oggi, in questo tempi di pandemia, è necessario tenere tra le mani la corona del rosario, pregando per noi, per i nostri cari e per tutti gli uomini”.

Quella appartenente alla preghiera del Rosario è una “bellezza da riscoprire”, prosegue il Pontefice, “che ha alimentato, attraverso il secoli, la fede del popolo cristiano” e che soprattutto oggi, in un tempo di crisi generalizzata, incarna una forza maggiore, confermando il suo valore di “guida sicura sul cammino verso il Signore“. (Fonte Agensir)

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.